Nell’ambito dei consueti controlli per verificare l’osservanza delle misure anti-contagio e per il contrasto del gioco illegale, i Finanzieri del Comando Provinciale di Salerno hanno eseguito una serie di interventi presso bar e circoli ricreativi della provincia, scoprendo che in tre di essi erano installati congegni da intrattenimento non a norma.

Nel corso di un simile intervento a Campagna le Fiamme Gialle della Tenenza di Battipaglia hanno individuato una caffetteria che, pur potendo rimanere regolarmente aperta, non aveva in nessun modo precluso l’ingresso nell’area “gaming” in cui erano presenti tre totem e un videopoker privo delle previste autorizzazioni e del collegamento all’hub dei Monopoli.

Per l’esercente si profila una doppia sanzione amministrativa: la prima per le slot tenute in modo irregolare, con il pagamento, per ciascuna di esse, da un minimo di 5.000 ad un massimo di 50.000 euro; la seconda per il mancato rispetto delle prescrizioni del DPCM del 2 marzo per il contenimento del Covid, in relazione al quale sono stati verbalizzati anche i 9 clienti sorpresi a giocare.

Solo a marzo, per analoghe violazioni, sempre la Guardia di Finanza di Salerno aveva chiuso 5 esercizi commerciali e sequestrato 31 apparecchi con vincita in denaro illegali.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*