La Corte d’Assise d’Appello di Salerno ha ridotto la pena a 12 anni per Antonio Mariano, reo confesso dell’omicidio di Giuseppe Novellino, 71enne ucciso a Vibonati dal compaesano nel 2012.

La Corte ha escluso le aggravanti ritenute dai giudici di Sala Consilina e della Corte d’Assise di Potenza e ha accolto l’impugnazione presentata dalla difesa dell’agricoltore 63enne.

Quest’ultimo, dopo una lite per alcuni terreni confinanti, sfondò il cranio di Novellino con una pietra e ne seppellì il corpo nei pressi di una discarica dismessa di Vibonati in contrada Gallari.

Il delitto fu scoperto dopo poche ore dai Carabinieri della Compagnia di Sapri che individuarono subito l’assassino e lo arrestarono.

Mariano era stato condannato in primo grado dal Tribunale di Sala Consilina a 15 anni e 4 mesi con l’aggravante di avere agito con crudeltà e per motivi futili e abietti. Pena confermata nel 2015 dalla Corte d’Assise d’Appello di Potenza.

– Chiara Di Miele –


  • Articolo correlato:

26/2/2015 – Vibonati: confermata in Appello la condanna a 15 anni all’agricoltore che uccise Giuseppe Novellino

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*