Al termine della prima udienza preliminare nel corso del processo a carico di Sandro Efisio Pili, che nel dicembre dello scorso anno a Vibonati uccise a coltellate la moglie Pierangela Gareffa, il gup Scorza ha disposto per il prossimo 22 luglio una perizia psichiatrica sull’uomo.

L’avvocato Rocco Colicigno, difensore dell’uxoricida di Vibonati, ha depositato una consulenza psichiatrica che propende per l’incapacità di intendere e di volere del suo assistito all’epoca dei fatti e per la sua non pericolosità sociale. L’avvocato dell’imputato ha anche richiesto il rito abbreviato.

In seguito alla richiesta dell’avvocato Colicigno i legali di parte civile (la madre e le sorelle della vittima e l’associazione “Mai più Lucrezia”) hanno richiesto una perizia in contraddittorio. Richiesta accolta dal giudice che, di conseguenza, permette alle parti civili di nominare propri consulenti per l’udienza del 22 luglio.

Pierangela morì a causa di una coltellata al fegato infertale dal marito dopo una lite per futili motivi. Pili allertò i soccorsi solo in seguito alla morte della moglie, riferendo che la donna aveva avuto un malore e si era ferita al torace cadendo su una ringhiera.

L’uomo è detenuto nella casa circondariale di Sala Consilina con l’accusa di omicidio volontario.

– redazione –


  • Articolo correlato

1/12/2014 – Vibonati: 39enne trovata morta in casa. Fermato il marito


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.