Con un’interrogazione trasmessa al Sindaco del Comune di Vibonati e al Responsabile dell’Ufficio di Ragioneria il consigliere comunale di opposizione, Manuel Borrelli, ha chiesto di prestare particolare attenzione al passaggio di consegne tra il vecchio concessionario dei tributi comunali e la Soget Spa che tra qualche giorno entrerà in servizio anche nel suggestivo centro del Golfo di Policastro.

In questi giorni – afferma Borrelli – gran parte dei cittadini di Vibonati ha ricevuto la notifica di cartelle di pagamento emesse dal vecchio concessionario, la C&C S.r.l, che ha messo in campo, in scadenza di contratto, un’attività a dir poco vessatoria con procedimenti di pignoramento e di fermo amministrativo. Il concessionario esercita un’attività surrogatoria essendo chiamato a realizzare compiti istituzionali dell’ente pubblico concedente (Comune di Vibonati) e, quindi, esso opererebbe solo come quale organo indiretto dell’Amministrazione. Una volta scaduto il contratto o risoltosi in qualsiasi altro modo il rapporto, il soggetto privato non è più delegato dal Comune a svolgere funzioni pubbliche e non può emettere atti di accertamento o di liquidazione, né procedere alla riscossione delle entrate, costituendo queste attività che presuppongono necessariamente una investitura o una delega in atto“.

Borrelli ritiene che si tratta di “una fase davvero delicata e sarebbe necessario un controllo ulteriore del Comune di Vibonati sugli atti che sono stati emessi e notificati. Perchè il Comune non valuta la possibilità di annullarli e di consentire ai cittadini di pagare, nelle more del subentro del nuovo concessionario, direttamente alla tesoreria dell’ente?“.

Una domanda, quest’ultima, quanto mai pertinente – conclude – perché negli anni scorsi il Comune di Vibonati fu vittima di una truffa da parte di Tributi Italia che non versò mai all’Ente delle somme percepite dai cittadini e il Comune non ha mai ricevuto quei soldi nonostante la condanna dei vertici dell’ente di riscossione“.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*