E’ giunta al termine, mercoledì sera, la protesta  del Comitato Civico Alburni, sulla Strada Provinciale 12, arteria che collega diversi comuni degli Alburni, tra cui Aquara, Ottati, Castelcivita, Sant’Angelo a Fasanella e Corleto.

Gli abitanti della zona, che si erano riuniti in presidio permanente, avevano chiesto con forza, mobilitando tutta la comunità alburnina, interventi urgenti per il ripristino del manto stradale ed il risanamento di un costone roccioso soggetto a continue frane e caduta massi. L’arteria è chiusa al traffico veicolare da circa dieci mesi, quindi, oltre al danno economico, i cittadini e gli studenti subiscono enormi disagi per gli spostamenti quotidiani. La Regione Campania, a tal proposito, farà intervenire il Genio Civile per lavori di somma urgenza. Oggi, infatti, ci sarà il sopralluogo dei tecnici per le verifiche del costone roccioso e del manto stradale. Il Consigliere Regionale Giovanni Fortunato ha esortato i sindaci del Comprensorio degli Alburni a riunirsi in Consorzio per presentare alla Regione dei progetti di risanamento ed esporre le problematiche legate al territorio. Lo stanziamento annunciato dall’Assessore Regionale alla Protezione Civile Edoardo Cosenza di 27 milioni e 630 mila euro, per 46 interventi di messa in sicurezza e adeguamento di strade provinciali e regionali nel territorio della Provincia di Salerno interessate da fenomeni di dissesto idrogiologico, non riguarda la SP 12, in quanto nessun progetto era stato presentato dai comuni interessati.

– Giovanna Quagliano –

  • Articoli correlati

29/01/2014 – Emergenza frane in provincia di Salerno. Stanziati dalla Regione 27,6 milioni di euro per la messa in sicurezza

29/01/2014 – Viabilità Alburni: Continua la protesta del “Comitato Civico Alburni”. Ieri l’incontro in Provincia

28/01/2014 – Viabilità Alburni: Disagi per la chiusura della SP 12. La protesta dei residenti – VIDEO –

27/01/2014 – SP12 Castelcivita Ottati: Continua l’occupazione da parte dei cittadini

26/01/2014 – Chiusa la SP 12 che collega Castelcivita e Ottati. Cittadini in protesta


Commenti chiusi