colombina marinoColombina Marino è manager del Magic Hotel di Atena Lucana. Con lei parleremo delle origini della sua attività e delle difficoltà incontrate, passando per le esperienze vissute di una giovane donna che ha deciso di rimanere nel Vallo di Diano.

D. – Come è iniziata la tua carriera di imprenditrice per il Magic Hotel?

R. “Diciamo che sono cresciuta in questo campo. La mia infanzia e prima adolescenza l’ho vissuta in Germania. Qui i miei genitori avevano un Ristorante Pizzeria e la gastronomia è stata così da sempre parte integrante della mia vita”

D. – Hai vissuto all’estero: quanto ha influito questa esperienza nella tua attività?

R. – “La Germania mi ha dato sicuramente tanto: il modo di affrontare la vita, la praticità nell’affrontare e risolvere problemi, l’apertura a nuove sfide; la scintilla imprenditoriale è sicuramente legata al mio vissuto in questa terra. Questi 14 anni li porto nel cuore e sono fiera di tutti i sacrifici che i miei genitori hanno affrontato per realizzare il loro sogno: creare un’attività nel loro paese d’origine, Atena Lucana. All’inizio non è stato affatto facile perché lasciare una realtà come quella tedesca  dove tutto funzionava alla perfezione, per iniziarla ad Atena, è stato davvero una bella sfida. Sfida che stiamo combattendo adesso più che mai, sicuramente per altri motivi legati a questo particolare momento economico che stiamo attraversando. Molti eventi che ho realizzato qui al Magic sono legati a questi anni, a partire dalla Festa della birra realizzata per la prima volta nel settembre 2004 e poi i Mercatini di natale. La voglia di far conoscere il mondo bavarese, così come l’attesa del Natale come l’ho vissuto in Germania, è stata sicuramente l’input fondamentale per l’avvio di queste due manifestazioni”

D. – Sei una giovane donna che ha  deciso di puntare nel Vallo di Diano: perchè e quali sono le difficoltà che incontri?

R. – “Il Vallo di Diano è un territorio meraviglioso che purtroppo non è stato ancora capito, promosso, conosciuto al di là dei suoi confini. La Campania è sicuramente una delle regioni d’Italia che a livello di flussi turistici,  ha voce in capitolo. Ma sono flussi che si fermano e concentrano nelle zone più conosciute, o meglio, da sempre promosse all’estero ed a livello nazionale, quali Napoli, Capri, Ischia, la costiera Amalfitana e Paestum.  La primaria difficoltà è, perciò, per chi ha un’attività ricettiva in questa zona, far arrivare i turisti  qui. Il Vallo ha tanti tesori nascosti che vanno al di là della Certosa di Padula e delle Grotte di Pertosa di Auletta, che sono i nostri  principali attrattori turistici. Teggiano con il suo meraviglioso centro storico, i Mulini ad acqua a San Rufo, i percorsi naturalistici ad Atena Lucana, il Convento di Sant’Antonio a Polla sono solo alcune chicche che possono rendere un soggiorno nel nostro Vallo davvero interessante.

Molti sono i ragazzi che amano il nostro territorio e che in un modo od un altro credono in esso: mi riferisco ai ragazzi dell’associazione ILoVD  per esempio e poi Ivan di Palma, Rosa Barbato, Ivan Bruno, ragazzi che si stanno dedicando alla riscoperta di quello che è la vocazione della nostra terra, l’agricoltura. Il nostro territorio ha tutte le potenzialità per una crescita futura se tutti insieme facciamo rete! Dobbiamo collaborare, far sì che chiunque arrivi nel Vallo di Diano si senta a casa e trovi il modo per trascorrere delle piacevoli giornate assaporando i nostri prodotti tipici e scoprendo le meraviglie di questo territorio . Le parole chiave sono rete e collaborazione: è una mentalità, questa, che mi porto dietro sicuramente dalla Germania e che qui ancora oggi, purtroppo,  fa difficoltà a farsi avanti. Ma sono convinta che qualcosa stia cambiando e che stiamo andando nella direzione giusta”.

D. – Qual è il tuo motto nel lavoro?

R. – “Essere sempre pronta a nuove sfide, mai arrendersi e cercare di portare avanti sempre le proprie idee. Fondamentale in tutto ciò è il sostegno della propria famiglia, l’amore e la forza che traiamo da essa è elemento unico e prezioso”.

– Claudia Monaco –

– messaggio promozionale –


 

Commenti chiusi