Sul rischio soppressione Centrale Operativa 118 a Vallo della Lucania interviene il Consigliere Regionale del PD, Donato Pica. “Le modifiche da apportare al Decreto n. 49/2010, nell’ambito del riallineamento delle strutture sanitarie campane alla normativa nazionale, vanno inquadrate – dichiara il Consigliere Regionale del PD, Donato Pica – in un contesto unico e coordinato”.

“Per la Provincia di Salerno – ha proseguito Pica – si riscontra intanto l’ingiustificata soppressione della Centrale Operativa 118 di Vallo della Lucania accorpata a quella di Salerno, con le modifiche introdotte alla L.R. n. 2/94 in attuazione del Decreto Commissariale n. 5 del 27/01/2014. La storia è sempre la stessa! In nome di un presunto risparmio, si continuano a tagliare in maniera indiscriminata i servizi a tutto danno dell’utenze. Eppure, la parte sud della Provincia di Salerno merita ben altra attenzione alla luce delle particolari condizioni geografiche e della precarietà infrastrutturale. Ed invece: ospedali chiusi, organici largamente insufficienti, attrezzature obsolete, crescita mobilità passiva, tempi di attesa enormi, etc..”

“L’atto aziendale dell’ASL di Salerno – ha concluso Donato Pica – andrà rimodulato, ma in tale contesto è necessario comunque apportare modifiche sostanziali a partire dal ripristino del 118 di Vallo della Lucania, dalla reintroduzione nella rete dell’emergenza dei presidi di Scafati ed Agropoli e dal potenziamento della struttura allocata in Costiera Amalfitana”.

– redazione –


 

2 Commenti

  1. Ma questo è un consigliere regionale attento a tutte le problematiche della provincia.

  2. Un Consigliere Regionale DEVE richiedere,innanzitutto, il rispetto, MAI AVVENUTO, della vigente Legge Regionale n.2 del 1994, che PRESCRIVE che il TERRITORIO DELLA USL 57, oggi DISTRETTO SANITARIO 72, DEVE essere SERVITO dalla CENTRALE OPERATIVA del 118 dell’OSPEDALE SAN LEONARDO di SALERNO, e non, come avviene da SEMPRE, da quella di VALLO DELLA LUCANIA. Forse sarebbe il caso di interessare la Magistratura sulla mancata applicazione della Legge, visto che la Regione Campania NON è MAI intervenuta per far rispettare una sua Legge!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*