laura di bisceglieIl Consiglio regionale della Campania ha approvato la legge regionale per l’istituzione dei Distretti Rurali ed Agroalimentari, portando a compimento l’impegno preso nel convegno del 15 febbraio 2014 a Castel San Lorenzo, dal soggetto capofila “Ente per lo Sviluppo Sostenibile – I Piccoli Campi Srl”, rappresentato da Anna Pina Arcaro. Con la  la referente del Comitato per il Vallo di Diano, Laura Di Bisceglie, abbiamo approfondito l’argomento per individuarne le specificità e le ricadute per il Vallo di Diano.

  • D. – Approvata la legge regionale sui distretti rurali. Questo cosa significa per il Vallo di Diano?

R. – “Con la legge odierna possiamo portare a termine il lavoro già avviato con gli  enti pubblici del Vallo di Diano che hanno all’unanimità deliberato già da un anno la loro adesione al Comitato Promotore per l’istituzione dei Distretti Rurali. Ora ci  impegneremo con celerità e con entusiasmo alla raccolta  delle adesioni  da parte delle imprese del nostro territorio, ancora non totalmente informate dell’opportunità di tale normativa , per produrre entro settembre 2014 l’istanza d’accreditamento alla Regione Campania”

  • D. – Cosa si intende per Distretti Rurali e Agroalimentari?

R. – “E’ un sistema produttivo locale costituito da imprese agricole e non agricole ed enti pubblici, in grado di interagire tra loro attuando una politica distrettuale di diversificazione produttiva, di integrazione economica e sociale, nel rispetto della conservazione degli equilibri naturali ed in grado di promuovere una qualità territoriale”

  • D. – Quali sono le reali opportunità ?

R. – “Questa legge favorisce una serie  di particolari agevolazioni fiscali come la possibile aliquota unica di distretto, ma anche di tipo finanziario con la contrattazione diretta con il settore bancario per accesso al credito agevolato e facilitato, completamente innovativo ed esclusivo proprio per i distretti. Credo sia una opportunità nuova che viene fornita alle aziende del territorio anche se arriva in un momento di stasi economica, ma può sicuramente rappresentare uno starter importante visto il nuovo ed innovativo sistema di interazione tra pubblico e privato e di gestione cumulativa della fiscalità che sicuramente potrà dare una forte spinta occupazionale e quindi di incremento del reddito pro capite nel nostro territorio”

  • D.  – Nel Vallo di Diano il vostro Comitato porta avanti la proposta dei distretti, in che modo?

R. – “Con i consulenti, Salvatore De Paola e Vincenzo Casella, membri ed esperti  professionisti del Comitato, confermiamo la nostra piena disponibilità a dare il giusto supporto tecnico amministrativo alle imprese, a partire  da subito, diffondendone  il riferimento mail del comitato stesso, utile sia per chiarimenti  normativi e di opportunità , che per fissare degli appuntamenti tematici  nell’area del Vallo di Diano stesso. Le aziende potranno inviare un e-mail a comitatodistrettodianobussento@gmail.com con i loro riferimenti  e sarà nostra cura ricontattarli il prima possibile”.

– Tania Tamburro –


 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*