voler bene all'italiaDal 2004, ogni anno, Legambiente organizza “Voler bene all’Italia”, la festa nazionale dei piccoli comuni che quest’anno, domenica 1 giugno, celebra il suo decennale. L’iniziativa vede l’adesione della Presidenza della Repubblica e il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Ministero dell’Ambiente, del Ministero delle Politiche Agricole, del Ministero per la Pubblica Amministrazione, del Ministero del Turismo, del Corpo Forestale dello Stato e della Protezione Civile, oltre al sostegno di un ricco comitato promotore dell’evento. “Voler bene all’Italia” è una giornata di festa che focalizza l’obiettivo sulla realtà dei piccoli centri italiani, sulle loro ricchezze paesaggistiche, storiche e culturali e fa leva sull’intento di rivalutare, fare tesoro del ruolo dei piccoli comuni e salvaguardare i territori delle aree minori. Anche il Vallo di Diano e il Cilento hanno risposto, quest’anno così come in passato, con la loro adesione. Domenica 1 giugno saranno Polla, Casalbuono, Casal Velino e Pollica a mostrarsi agli amanti dei piccoli centri e ad accoglierli.

L’evento di Legambiente dà la possibilità a tutti i borghi d’Italia di celebrare questa festa attraverso svariate iniziative: dai percorsi naturalistici alle visite guidate nel cuore dei centri storici, dalle sagre alle rappresentazioni folkloristiche, dalle mostre e dai convegni alle degustazioni dei prodotti locali. Tutto affinchè l’entrata attraverso le porte di qualsivoglia piccolo comune lasci impressi segni indimenticabili nella memoria del visitatore e rappresenti la notevole importanza paesaggistica e territoriale di cui anche le zone italiane poco note godono.

Quest’anno la giornata sarà accompagnata anche da un appello per l’innovazione rivolto al Presidente del Consiglio Matteo Renzi, per chiedere interventi di semplificazione che liberino i piccoli comuni dal patto di stabilità, investimenti per la scuola e per l’ambiente e una premialità per le politiche virtuose che spesso caratterizzano questi centri minori.

– Chiara Di Miele –


 

Commenti chiusi