Il dibattito sui “distretti rurali” fa tappa oggi pomeriggio nel Vallo di Diano per discutere sulle nuove opportunità di sviluppo del settore agricolo nel nostro comprensorio attraverso processi di riorganizzazione e di rilancio dell’economia locale incentrati sulla fruizione del ricco patrimonio ambientale e culturale presente nel Vallo di Diano.

L’incontro pubblico si terrà presso il Centro di Telecontrollo del Consorzio di Bonifica, a Padula, a partire dalle 17. L’attenzione sarà focalizzata sul ruolo del Vallo di Diano nella conservazione della biodiversità attraverso un nuovo strumento di gestione del territorio, “il distretto”, riconosciuto dalla legge regionale n. 20 dell’8 agosto 2014 . L’obiettivo è operare una prima azione informativa in ordine alle opportunità offerte dal Distretto e acquisire eventuali manifestazioni di interesse da parte di imprese agricole e altri soggetti del territorio.

L’incontro è stato organizzato dal Comitato Vallo di Diano insieme all’ente per lo sviluppo sostenibile “piccoli Campi srl” e al CRA-Ort di Pontecagnano e vedrà tra i relatori rappresentanti delle istituzioni, del mondo della ricerca in agricoltura e imprenditori agricoli.

L’agricoltura è chiamata ancora oggi a giocare un ruolo di primaria importanza – dichiara il Presidente della Comunità Montana Vallo di Diano, Raffaele Accettasia sotto il profilo economico ed occupazionale sia perché essa rappresenta un elemento indispensabile per mantenere vivo il tessuto sociale, economico e storico-culturale della nostra zona. Non di secondaria importanza sono poi le implicazioni dell’agricoltura con l’ambiente, soprattutto in termini di presidio e di salvaguardia delle risorse naturali.

– redazione – 


 

2 Commenti

  1. Solo chiacchiere, quali sono i fatti concreti? presidente taccia!!!!

  2. Un altro carrozzone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*