Domani, giovedì 10 giugno, alle ore 18.00, presso l’aula consiliare del Comune di Vallo della Lucania, verrà inaugurata la nuova sezione dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, ANPI Gelbison-Cilento.

La sezione verrà intitolata allo storico e partigiano cilentano Claudio Pavone, originario di Torchiara. L’evento inaugurale è stato organizzato in collaborazione con la CGIL di Salerno, Legambiente Campania e il Presidio di LIBERA ad Agropoli.

All’inaugurazione prenderanno parte, tra gli altri: Antonio Aloia, sindaco di Vallo della Lucania, Massimo Farro, sindaco di Torchiara, Rosa Amatucci, del presidio di LIBERA Agropoli “Marco Pittoni”, Arturo Sessa, segretario Generale CGIL Salerno, Luigi Rossi, già Preside della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Salerno e Ubaldo Baldi, presidente Provinciale ANPI Salerno. Introdurrà l’evento Andrea Rinaldi, responsabile sezione ANPI Gelbison-Cilento. L’incontro sarà moderato da Adriano Maria Guida, membro del Consiglio Direttivo di Legambiente Campania.

“La sezione ANPI Gelbison-Cilento – spiega Andrea Rinaldi – nasce come presidio di libertà in un territorio che da troppi anni vive una forma di apatia civica e politica molto acuta. L’antifascismo, valore su cui è fondata la nostra Costituzione, è come un fuoco che va costantemente alimentato, non lasciando che si spenga o che perda di intensità, perché da ciò deriverebbero gravi rischi per la nostra democrazia. È fascismo ogni forma di oppressione, di limitazione delle idee altrui, di discriminazione e di odio del diverso, ed in quanto tale va combattuto con tutti i mezzi a nostra disposizione. Crediamo fermamente – conclude il Responsabile della sezione ANPI Gelbison-Cilento – che siano le nuove generazioni a dover alimentare il fuoco dell’antifascismo, ed è nostra volontà, attraverso la fondazione della sezione, grazie ai momenti di aggregazione, discussione e confronto fornire a chiunque vorrà gli strumenti necessari affinché ciò possa avvenire”.

La nuova sezione avrà sede a Vallo della Lucania.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*