Lascia sconcertati e disgustati quanto si legge questa mattina sulle pagine del quotidiano “Il Mattino” che racconta una vicenda a cui a fare da scenario è l’ospedale “San Luca” di Vallo della Lucania.

Pare, infatti, che nel cibo servito in ospedale siano state ritrovate delle blatte. A denunciare il fatto un paziente originario di Napoli ricoverato nel reparto di Medicina che, sabato sera, ha trovato una grossa blatta nell’insalata della cena.

L’uomo, inorridito e innervosito per la disgustosa scoperta, ha segnalato subito il caso agli infermieri. Pare, inoltre, che voglia rendere nota la vicenda anche al Consiglio regionale.

Trovare una blatta nel cibo, – dice il paziente a “Il Mattino” – significa che nel luogo di lavoro non c’è igiene. Sono per la giustizia sociale, è un mio dovere di cittadino non tacere“.

Antonio Feola, direttore amministrativo dell’ospedale cittadino, è stato informato di quanto accaduto e annuncia che saranno effettuate delle indagini presso l’azienda esterna che si occupa di preparare i pasti per il “San Luca”.

– Chiara Di Miele –


 

Un commento

  1. Tonino B. says:

    Gli risponderanno che è già tanto se gli hanno dato da mangiare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*