L’azienda agricola biologica Sole di Cajani, ricadente all’interno della Valle del Tanagro, apre al 2014 con la linea Condiamore, aromatizzati al peperoncino, origano e altre tipicità, con condimento a base di olio extravergine di oliva biologico. La nuova serie, presentata ufficialmente lo scorso novembre al Merano Wine Festival dove riscosse notevole interesse tra gli operatori del settore, amplia la propria gamma con le bottiglie da 25 cl.

“Sarà per i prossimi mesi un riferimento di significativa importanza nella nostra produzione – sottolinea Pietro Raimondo fondatore dell’azienda insieme alla moglie Pasqualina Gambino – che è destinato alla ristorazione nazionale ed estera ed ai negozianti di prodotti tipici e drogherie di alta qualità. E’ una linea nata per soddisfare ogni gusto con condimenti che vanno dal profumo intenso che solletica il palato, quale il peperoncino piccante, a quelli delicati e lievemente speziati come il tartufo bianco o l’origano essiccato; inoltre proponiamo condimenti al rosmarino, ai funghi porcini, fino alla bruschetta e alla spaghettata”.

I Condiamore affiancano la pregiata produzione degli extravergine di oliva biologici Sole di Cajani, 80% da olive di cultivar Carpellese e 20 % da cultivar Leccino e Pendolino, e Magisto prodotto da olive monocultivar Picholine. Entrambi fruttati medio, di tipo erbaceo, si differenziano per il retrogusto di frutti di bosco ed erbe aromatiche il primo, e di mandorla il secondo. Completano la produzione, tutta proveniente da uliveti e terreni di proprietà per circa 10.000 ettari, ubicati a Caggiano, l’olio agrumato al limone e le esclusive confezioni di carciofo bianco di Pertosa e patè di carciofo, conservati sempre in olio extravergine di oliva. Sole di Cajani vanta una tradizione familiare nel settore oleario iniziata agli albori degli anni ’50; esporta in America e Europa quasi il 50% su di un totale di circa 11.000 litri di olio. Pluripremiata per la qualità eccellente dei prodotti, lo scorso anno ha ottenuto significativi riconoscimenti a Festambiente di Grosseto nella categoria biologici, a Colorno nel Parmense, al Premio ExtraBio di Napoli e al Biol di Andria.

– redazione –


 

Commenti chiusi