Ha dell’incredibile la storia di un uomo, un 50enne di nazionalità irachena, che ha raggiunto Vietri di Potenza a piedi dal raccordo autostradale Sicignano-Potenza, a quanto pare dopo un abbandono da parte di amici o un arrivo clandestino a bordo di qualche mezzo.

Il tutto è successo nel primo pomeriggio di lunedì. Mentre diluviava, l’uomo dallo svincolo di contrada San Vito è riuscito a raggiungere prima contrada Pastuolo, poi via Grotta di Cesare. Alcuni cittadini hanno notato l’uomo non del posto e bisognoso di aiuto e si sono attivati allertando i Carabinieri. Guidati dal Comandante Maurizio Bertolini, i militari hanno subito intercettato ed aiutato l’uomo nei pressi di alcune case popolari. L’uomo non parlava né italiano né inglese ed è riuscito solo a far capire di essere stato abbandonato all’altezza di Vietri sul raccordo e che doveva comprare le sigarette. Versione non del tutto convincente.

E’ stato molto difficile per i Carabinieri capire la situazione e la sua destinazione, oltre che la sua identità. La collaborazione tra Carabinieri e residenti di via Grotta di Cesare ed altri cittadini è stata subito efficace, tanto che tutti si sono immediatamente mobilitati per aiutare l’uomo, freddoloso e affamato. Tute, coperte, bevande calde e brioche nell’immediato ed ogni supporto. Il lavoro dei Carabinieri non è stato facile ed è continuato per ore. E’ stato possibile parlare con alcuni contatti che l’uomo aveva sul cellulare, sia con traduttori di inglese che di iracheno, ma non si è capita la provenienza dell’uomo. Versioni diverse da parte dei contatti sul cellulare: destinazione Firenze, Milano e in ultimo che l’uomo viveva in Francia e doveva tornarci a causa di uno smarrimento.

Dell’accaduto è stato allertato anche il sindaco, Christian Giordano, che ha offerto la disponibilità del Comune ad aiutare l’uomo ed ospitarlo. Come capita in queste occasioni, straordinaria è stata l’umanità e la solidarietà, non solo dei Carabinieri, ma anche dei vietresi, che si sono attivati in tutti i modi per aiutare lo straniero. Successivamente, anche a seguito dei controlli da parte delle autorità competenti, ha trascorso la notte nella locale Stazione dei Carabinieri, per poi essere trasferito, ieri mattina, a Potenza, per tutti gli accertamenti.

Dai controlli è emerso un ingresso irregolare in Italia e, per questo, è stata attivata la procedura di espulsione dal territorio nazionale.

– Claudio Buono –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.