E’ sicuramente un fatto positivo l’arrivo in Basilicata di una Task Force sanitaria per rinforzare le unità sanitarie già in campo per la vaccinazione dei lucani. Da quanto apprendiamo, questa unità, composta da un medico e due infermieri, si occuperà principalmente di vaccinare i lucani delle aree più complesse da raggiungere e attesterà il suo impiego sulle 72 inoculazioni al giorno per i più fragili“.

Così il Segretario regionale aggiunto UIL FPL, Giuseppe Verrastro, e il Segretario territoriale UIL FPL, Raffaele Pisani, sulla task force vaccinale inviata in Basilicata dal Commissario straordinario per l’emergenza sanitaria, Generale Figliuolo.

Ma secondo i due sindacalisti sono numeri esigui e quindi chiedono alla Task Force regionale e alle Aziende Sanitarie di utilizzare da subito le tante liste di disponibilità dei molti professionisti, che contattano quotidianamente i sindacati rinnovando la loro disponibilità. “Ricordiamo che per le vaccinazioni – continuano – le Aziende Sanitarie hanno approntato delle liste di disponibilità composte da vari professionisti che hanno immediatamente risposto in maniera massiccia candidandosi in tanti alle  procedure, ma che ad oggi non hanno ricevuto alcuna chiamata“.

L’augurio di UIL FPL è che con l’arrivo delle dosi di vaccino previste nelle prossime settimane si acceleri ulteriormente la campagna di immunizzazione dei lucani e che vengano coinvolti i tanti professionisti che scalpitano per dare il loro prezioso contributo per vincere la battaglia contro il Covid-19. “Facciamo, inoltre, presente che nel DL Sostegni sono state liberate le risorse previste in finanziaria per pagare le prestazioni aggiuntive alle professioni sanitarie impegnate nella campagna vaccinale – concludono – ci sono tutte le condizioni per potenziare la macchina utilizzando risorse già presenti nei diversi organici delle aziende sanitarie lucane e portare la campagna vaccinale ai livelli di altre Regioni, tipo il Lazio, dove si stanno già vaccinando diverse categorie e con un prolungamento dell’orario di somministrazione fino alla mezzanotte. Solo così sarà possibile vincere questa battaglia“.

– Chiara Di Miele –

 

 

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*