Da metà ottobre i vaccini antinfluenzali saranno disponibili presso gli studi dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta e presso gli uffici di igiene pubblica delle Asl. Sono in arrivo 150mila dosi, sufficienti per garantire il vaccino gratuito alle fasce d’età delle categorie più a rischio, cioè i bambini da 0 a 6 anni e gli adulti ultrasessantenni“. È quanto afferma l’assessore alla Sanità della Regione Basilicata, Rocco Leone, che ritiene utile “sgombrare il campo da equivoci ed informazioni fuorvianti che stanno circolando in queste ore e di cui in questo periodo, già segnato dalle preoccupazioni per l’epidemia da Covid-19, non abbiamo proprio bisogno“.

Leone chiarisce che “su una popolazione residente di circa 560mila persone, compresi i numerosi emigranti che non risiedono in Basilicata, sono stati prenotati 150mila vaccini che saranno sufficienti a coprire circa il 30% della popolazione totale“.

Abbiamo inoltre raccolto l’indicazione del Comitato tecnico scientifico di estendere la campagna vaccinale gratuita alla fascia di età 60/64 annidichiara Leone –, che negli anni precedenti non era compresa. Si consideri che l’anno scorso con 55mila dosi la Basilicata è stata tra le Regioni che hanno fatto il maggior numero di vaccini in Italia, con una copertura del 17,3% della popolazione a fronte di una media nazionale del 16,8%“.

– Paola Federico –

Un commento

  1. Tanta pubblicità alla campagna vaccini antinfluenzali, come mai io sto girando tutti gli uffici di igiene e non trovo nulla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*