Vacanze,presenze in calo nel Golfo di Policastro. Russo, Assoturismo ITR:”Serve osservatorio permanente”



































Con l’arrivo dell’estate aumenta il numero dei turisti che decidono di trascorrere le loro ferie nel Golfo di Policastro. Nonostante un inizio di stagione critico a causa delle avverse condizioni climatiche, sembra che la situazione migliori giorno dopo giorno facendo registrare un notevole aumento di presenze in tutte le strutture ricettizie del Golfo.

Complice il caldo delle ultime settimane e le acque cristalline che caratterizzano questo scorcio di Cilento, le richieste di prenotazione presso i numerosi alberghi,​ camping e Bed & Breakfast sono aumentate a livello esponenziale. Anche se il trend di presenze previste per l’intera stagione estiva pare sia in calo, come è stato sottolineato dal Presidente dell’Associazione Assoturismo ITR ​Mariano Russo.

Sicuramente abbiano davanti a noi una grande incognita rappresentata dal cattivo tempo che ha rallentato per questo inizio di stagione tutte le attività turistiche – ha dichiarato Russo – Il discorso da affrontare sarebbe però molto più ampio e riguarderebbe due aspetti fondamentali. Il primo relativo al calo di presenze registrato negli ultimi cinque anni nell’intero Golfo di Policastro, un dato che andrebbe analizzato attraverso un osservatorio permanente che possa indicarci la direzione che stiamo imboccando, ​così come fanno altri comprensori. Il secondo elemento invece è rappresentato dal problema dell’erosione costiera che è stato anche il tema di un incontro che però a mio avviso non ha avuto la giusta eco sul territorio”.








– Maria Emilia Cobucci –



































4 Commenti

  1. giovanni sanzese says:

    anche nel mese di giugno ho pagato il parcheggio a Policastro in posto poi che sembrava una discarica..lasciamo stare…è meglio! Non è così che si favorisce il turismo.

  2. Ottimo commento Salvatore .
    E poi sei sempre a sapri !

  3. Antonio Pantoliano says:

    Ma quale Osservatorio Permanente!
    Quando gli amministratori comunali escono di casa la mattina non “osservano” lo stato dei luoghi!
    Bisogna rimboccarsi le maniche e FARE, non OSSERVARE!
    Ma il loro principio ispiratore è FAR FARE e non FARE in prima persona.
    In 30 anni trascorsi, tutto come 30 anni.
    Non si è speso un soldo e se si sono spesi dei i RISULTATI NON SI VEDONO.
    Chi è causa del suo mal pianga se stesso.

  4. Salvatore Gasparro says:

    Purtroppo se non c’è organizzazione nell’accoglienza turistica, gli operatori vogliono guadagnare in due mesi quanto tutto l’anno e le amministrazioni fanno PAGARE IL PARCHEGGIO AD ORE ANCHE SULLA SPIAGGIA DOVE NON CI SONO NEANCHE LE LINEE E L’OMBRA questo è il risultato.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*