Antonino Sessa, 65enne di Ascea, è stato ucciso a Vama, in Romania, dal suo rivale in amore tra sabato e domenica scorsa.

Come si legge sul quotidiano La Città di Salerno, l’uomo, da una prima ricostruzione, ha conosciuto una donna rumena quando questa era in Italia e l’ha frequentata. La donna però ha deciso di tornare in Romania e lasciare Sessa.

Quest’ultimo, non felice della decisione dell’amata, si è recato in Romania per cercarla e nella città di Vama, trovata la casa della sua ex, ha iniziato a sbattere i pugni contro il portone non sapendo che la donna fosse già impegnata con un altro uomo che, sentendo urlare Sessa, è uscito fuori casa e ha litigato con il cilentano.

Il convivente della donna avrebbe dunque colpito Sessa con un coltello da cucina e pare gli abbia tagliato la testa.

I vicini di casa hanno allertato la Polizia che, giunta sul posto, ha trovato il corpo di Sessa dilaniato e ha arrestato il colpevole dell’omicidio. La salma del 65enne di Ascea è stata posta sotto sequestro per un eventuale esame autoptico. Solo in seguito il corpo sarà portato in Italia.

Sul caso sta indagando l‘Interpol in collaborazione con i Carabinieri della Compagnia di Vallo della Lucania e la Polizia della Romania.

– Chiara Di Miele –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.