Verrà fatta una verifica per capire quali ditte realmente rispettano le condizioni previste dalla normativa regionale per il trasporto gratuito degli studenti universitari garantendo un servizio uguale per tutti e soprattutto per le aree maggiormente disagiate per quanto riguarda i trasporti pubblici.

E’ stata questa, in sintesi, la risposta data questa mattina all’interrogazione presentata dal consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Michele Cammarano in merito al cattivo funzionamento del sistema dei trasporti per gli studenti del Vallo di Diano e del Cilento che frequentano l’Università di Salerno. Studenti che in diverse occasioni sono rimasti a terra.

Tommaso Malerba

Il vicepresidente della Regione Fulvio Bonavitacola – ha dichiarato Tommaso Malerba, capogruppo del Movimento 5 Stelle – ha convenuto con noi che occorre fare una verifica sulle ditte che hanno deciso di aderire a questo sistema. Il Vallo di Diano ed il Cilento sono di per se già svantaggiati e bisognava prevedere che, a fronte di una normativa che prevede il trasporto gratuito, ci sarebbe stato un aumento di domanda. Adesso ci aspettiamo che vengano convocate le controparti per capire cosa vogliono fare. Gli studenti del Diano e del Cilento non sono studenti di serie B e devono essere rispettati“.

– Erminio Cioffi – 


  • Articoli correlati:

5/11/2016 – Università e trasporti nel Diano e Cilento, presentata interrogazione alla Regione

15/10/2016 – Università e trasporti, 20 studenti valdianesi restano a terra a Fisciano

4/10/2016 – Autobus pieno, gli studenti diretti a Fisciano dal Vallo di Diano viaggiano in piedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.