Nessun rincaro ai danni degli studenti e delle loro famiglie per il prossimo anno accademico, anzi tasse bloccate e bonus di 80 euro per ogni iscritto dello stesso nucleo. La notizia arriva dall’Università degli Studi di Salerno, che ha reso note le guide al pagamento delle tasse per il 2014/2015. Non sarà dunque applicato alcun incremento della contribuzione, come deciso dal consiglio di amministrazione, ad eccezione dell’adeguamento al tasso di inflazione programmato e degli arrotondamenti. Un segnale positivo e a sostegno dei giovani e della loro formazione, dopo l’aumento notevole  sulla tassa regionale del diritto allo studio, che negli ultimi anni in Campania è lievitata da 62 a 140 euro.

“In considerazione del difficile periodo di forte congiuntura economica del nostro Paese, abbiamo accolto positivamente la proposta avanzata dal consiglio degli studenti – ha dichiarato il rettore Tommasetti – di utilizzare i fondi provenienti dall’integrazione dei contributi universitari derivanti dall’introduzione di ulteriori tre fasce di contribuzione nello scorso anno accademico, con riferimento alla quota premiale di almeno 80 euro per ogni iscritto dello stesso nucleo familiare successivo al primo e al requisito di merito dell’acquisizione di almeno 30 CFU nell’anno accademico precedente”.

Gli importi delle tasse universitarie sono calcolati su undici fasce. La fascia di contribuzione è determinata dall’attestazione I.S.E.E. relativa alla situazione economica del nucleo familiare dello studente nell’anno 2013. Agli studenti è consigliata la lettura della guida reperibile sul sito web dell’ateneo nella sezione “supporto segreterie”.

– Gianpaolo D’Elia –


 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*