Per l‘Università di Salerno e l’Adisu (Azienda per il diritto allo studio) gli investimenti da compiere nel biennio 2014/2015 dovranno ancora puntare su borse di studio, alloggi per studenti ed Erasmus.

Ieri mattina il rettore Aurelio Tommasetti e il presidente dell’Adisu Domenico Apicella hanno presentato i dati del prossimo anno accademico, testimoniando la forte collaborazione che intercorre tra l’Ateneo salernitano e l’azienda. Frutto di questa intesa è stata l’erogazione, durante lo scorso anno, di 1.139 borse di studio, per un totale di 3 milioni e 654mila euro. Quest’anno invece le erogazioni sono in aumento, con 1.598 borse per un totale di 4 milioni e 964mila euro.

Unisa e Adisu, inoltre, offrono agli studenti iscritti anche la possibilità di vivere esperienze di studio in altre nazioni e, a questo scopo, le borse di studio Erasmus saliranno da 258 a 330.  Il rettore Tommasetti, durante l’incontro,non ha messo da parte gli alloggi nel campus:“A dicembre, bruciando tutti i tempi, passeremo da 338 alloggi a 628 residenze. Speriamo di poter arrivare per fine 2015 a mille alloggi, caratterizzando ancora di più la struttura campus che, da sempre, è il nostro marchio di riconoscimento”.

“La sinergia tra i due enti rappresenta una chiave vincente per i brillanti risultati ottenuti fino ad oggi – ha affermato Apicella dell’Adisu – Non è un caso che l’indice di gradimento degli utenti che usufruiscono dei nostri servizi sia aumentato notevolmente negli ultimi anni”.

– redazione –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*