Lettera alla redazione – del prof. Rocco Cimino

Mi dicono: se trovi uno schiavo addormentato, non svegliarlo, forse sta sognando la libertà. Ed io rispondo: se trovi uno schiavo addormentato, sveglialo e parlagli della libertà“. (Whalil G.)

Parole su cui oggi dobbiamo riflettere, perchè la nostra libertà è continuamente minacciata in quanto ai nostri governanti, ai nostri amministratori, ai nostri superiori danno fastidio i non allineati, i cosiddetti gufi, loro, invece, amano le persone ossequiose, i sottomessi, i riverenti in quanto detentori di verità rivelate e se uno esce fuori dal coro osannante è definito arretrato, gufo, sovversivo.

Il dissenso al contrario è il sale della democrazia e del progresso, io personalmente ho paura del pensiero unico, dell’uomo solo al comando, la storia è testimone di molte nefandezze operate da coloro che erano considerati i salvatori della Patria. E nella realtà odierna si tenta in tutti i modi di imbavagliare il libero pensiero, emarginando i dissidenti, gli oppositori, riducendo le prerogative del Parlamento e del Presidente della Repubblica, svuotando di significato l’istruzione e la Costituzione. Io sono profondamente e seriamente preoccupato per il futuro dell’Italia, che immagino alquanto triste perchè, quando le coscienze tacciono, i furbi, gli avvoltoi, i corrotti agiscono indisturbati.

Noto con somma tristezza che i servi proliferano a tutti i livelli sociale, comunale, politico. E se qualche voce si leva fuori dal coro osannante, il potente di turno si adira, ti evita,ti ignora e peggio ti considera suo nemico. Io penso che una comunità, una Nazione non cresceranno mai se non ci sarà dissenso e partecipazione, perciò sarebbe auspicabile che noi tutti prendessimo
coscienza del nostro ruolo e facessimo sentire con forza le nostre idee sull’ambiente, sulla sanità ,sulla scuola, sulle tasse, sul lavoro, sull’immigrazione, sull’informazione, sullo Sblocca Italia, sulla legge elettorale.

Un popolo deve contribuire allo sviluppo e alla crescita del suo Paese con intelligenza e non deve essere sottomesso sempre alle decisioni di chi comanda. La libertà è come l’aria e quando non c’è si può solo rimpiangerla, perciò va difesa con tutti mezzi e forniamo ai giovani gli strumenti per poterne apprezzare il valore altamente etico.Un popolo senza libertà è un popolo di servi e sulla servitù non ci potrà essere mai nè ricchezza nè progresso.

– Rocco Cimino –


 

17 Commenti

  1. Roberto De Luca says:

    Condivido in pieno.

  2. Come sempre il pensiero del prof. Rocco non si può non condividere. Starei solo attento a non generalizzare. Il dissenso al “pensiero unico” deve avvenire non considerando l’attuale tutto marcio, ma valutando con serenità le cose buone da cui partire. Ci sono uomini e donne serie e oneste che già sono impegnati nel sociale, nella politica e nell’amministrazione. Come dire…. non facciamo di tutta l’erba un fascio…..Per chiudere non tratterei con sarcasmo il non percepire l’indennizzo……E’ una novità assoluta nel panorama politico-amministrativo. Uomini e donne che si impegnano quotidianamente per la risoluzione di problemi che riguardano la propria collettività, togliendo tempo alla loro professione e alla loro famiglia e, spesso, rimettendoci anche economicamente, a differenza di chi, nel passato, ha visto migliorare di molto la propria posizione economica con l’aver fatto il politico o l’amministratore, credo debbano essere quantomeno rispettati. Altro è criticare le scelte politiche.

    • Il mio scritto aveva un respiro più ampio,caro Ciro infatti nel Paese Italia si respira un’aria pesante,opprimente.Io per natura so apprezzare le persone oneste e perbene e non mai generalizzato,anzi se mi permetti sono un osservatore attento della realtà,ma se tutti noi fossimo dotati di maggiore umiltà forse eviteremmo molti errori,non credi….?

    • teggianese says:

      CARO PROF. ROCCO, IO NON SONO IN GRADO DI GIUDICARE NESSUNO, QUINDI LA MIA NON ERA DIRETTA A LEI MA A TUTTI NOI ITALIANI……………… O VALDIANESI. PER QUANDO RIGUARDA GLI ALTRI COMMENTI VALUTO SEMPRE IL SOLITO DISCORSO , LA POLITICA DEL DIPREZZARE L’OPERATO DELLA VECCHIA AMMINISTRAZIONE ECC. IO INVECE DICO LASCIAMO QUESTE CONSIDERAZIONE A CHI NON HA VOGLIA DI FARE PER IL PROPRIO PAESE E FACCIAMO QUALCOSA PER RISOLLEVARE LA NS ECONOMIA LOCALE, PARTENDO AD ESEMPIO DAI LAVORI PUBBLICI FAVORIRE LE AZIENDE LOCALI ECC.
      PER QUANDO RIGUARDA IL COMITATO IO HO LANCIATO UNA FIDA A TUTTI COLORO CHE VOGLIO FAR PARTE POSSIAMO USARE QUESTA MITTENDE PER CREARE IL GRUPPO E FARCI ASCOLATARE, CHIARAMENTI SE SIAMO IN POCHI NON SI VA DA NESSUNA PARTE ABBIAMO I SOLITI RISULTATI…………..COME LA DIFESA DEL TRIBUNALE RISULTATO 0.

  3. mangoangelo@ahoo.it says:

    egregio sindaco, “da soli non si va da nessuna parte”. saluti angelo mango

    • Gentile signor Mango l’articolo non l’ha scritto il sindaco di Teggiano,ma il sottoscritto che il suo nome e cognome e per l’esattezza anche lo stesso sangue.La saluto

  4. Perchè non il movimento 5 stelle???

  5. teggianese says:

    caro concittadino, nelle tue parole c.è tanta verità , che tutti noi sogniamo, ma non facciamo mai una rivolta contro chi ancora una volta ci stà illudendo con le proprie bugie da bar , siamo un popolo di pecoroni seguiamo i ns pastori che ci portano nel precipizio , senza farci notare il pericolo illudentoci con le chiacchiere, pensando solo ai cazzi loro e al loro potere. Siamo Governati da persone che si vendono per portare a casa loro un buon renticondo e poi illudono il popolo di non percepire nulla del loro indennizzo. Ma allora mi chiedo dove vanno a finire le tasse che noi piccoli paghiamo, allora è ora di lanciare una sfida fermiamoci per qualche mese blocchiamo l’Italia se ci riteniamo Italiana e vogliamo creare l’ITALIA ai ns figli. se siamo insieme c’è la possiamo fare , creiamo un comitato di rivolta anche tramite la mittente ondanews. Caro concittadino non usiamo solo le parole ma agiamo se ci crediamo ITALIANI E NON PECORINI…………………..

    • Io non ho mi sono comportato mai da pecora e ho sempre lottato per la verità con gli strumenti che ho.Grazie comunque per il contributo che hai dato alla discussione.Se si costituirà un comitato io ci sarò

  6. Ho appena letto un articolo che aspettavo da tantissimo tempo, degno di una persona intelligente e sensibile, meritevole di una profonda riflessione.
    Grazie.
    Il mio auspicio a breve termine, da semplice cittadino del Vallo di Diano, è quello di assistere al periodo storico in cui i miei concittadini trasformano la loro rassegnazione legata al degrado del territorio, alla scadente qualità di vita e alla misera prospettiva per il futuro in preoccupazione. Perché sarà questa, forse, a risvegliare le coscienze addormentate e a generare soluzioni che porteranno ad una maggiore serenità. E non c’è bisogno di coraggio nel cambiamento, perché ci vuole molto più coraggio a rassegnarsi per poi vivere la propria vita senza serenità.

  7. Dott. Nunzio Antonio Babino says:

    Il pensiero di Rocco Cimino è totalmente condivisibile ed esprimo i miei complimenti per lo scritto, che rappresenta certamente un inno alla libertà di pensiero e non solo. La servitù nel pensiero e nelle azioni è la più grande mortificazione della vita.
    Davvero grazie al Prof. Rocco Cimino, che ci ha dato l’occasione per riflettere su queste cose e apprezzare il valore della libertà.

    • Caro Nunzio ti ringrazio per le parole di apprezzamento che hai avuto per il mio scritto.Spero vivamente che il popolo prenda coscienza del rischio che stiamo correndo,per cui noi tutti dobbiamo concorrere a tutelare la nostra libertà

  8. Grazie per l’incoraggiamento e mi fa piacere che c’è ancora qualcuno che apprezza i miei scritti.

  9. Giuseppe says:

    …..e i desideri de’ popoli liberi rade volte sono perniziosi alla libertà,……e quando queste opinioni fossero false e’ vi è il rimedio delle concioni, che surga qualche uomo da bene che orando dimostri loro come ei s’ingannano; e li popoli, come dice tullio, benché siano ignoranti sono capaci della verità……..

  10. mario de paola says:

    condivido in toto cio che scrivi per fortuna che ancora c e qualcuno che ha il coraggio di dire le cose come stanno vai che ti seguiremo

  11. Ottima osservazione e buona analisi. .condivido in toto…..Quindi..?
    Prox elezioni. ..casomai ci lasciano votare?
    SALVINI MATTEO??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*