Si chiama “Un cane per un lupo” il progetto dell’Associazione Regionale Allevatori di Basilicata (Ara) avviato in collaborazione con la Regione Basilicata e il supporto dell’Ente Nazionale Cinofilia Italiana (Enci) e del Circolo del Pastore Maremmano Abruzzese (C.P.M.A.).

L’iniziativa prevede l’assegnazione agli allevatori lucani di una coppia di cuccioli di pastore maremmano abruzzese per la guardia e protezione del bestiame.

La razza canina prescelta, per caratteristiche ed attitudini, rappresenta un prezioso aiuto per preservare il bestiame dagli attacchi di grandi predatori.

L’impiego di questi cani consentirà di salvare i lupi dalla minaccia del bracconaggio e di garantire la tutela dell’ecosistema.

Sono una decina i cani già distribuiti tra i titolari delle aziende zootecniche lucane.

“Anche se in tempo di pandemia – spiega Palmino Ferramosca, presidente Ara Basilicata – l’Associazione resta a disposizione degli allevatori lucani con i suoi tecnici di campo, gli agronomi e i veterinari. Questa è un’iniziativa che è già stata avviata con successo sui monti della Sila, in Piemonte e in Trentino Alto Adige e ha incontrato, anche in Basilicata, unanimi pareri favorevoli tra gli addetti ai lavori”.

– Claudia Monaco –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*