In attesa del “Decreto Rilancio” da parte del Governo che mirerà a sostenere una serie di comparti per la ripartenza economica del Paese in questa seconda fase dell’emergenza sanitaria, l’assessore al Turismo della Regione Campania, Corrado Matera, annovera le numerose richieste a favore del turismo rappresentate al Governo centrale e condivise anche con altri assessori regionali.

Si punta innanzitutto ad un finanziamento a fondo perduto per far fronte al calo di fatturato dovuto alla pandemia e ad un credito d’imposta a ristoro delle spese di locazione o fitto, così come al sostegno dei costi legati alla sanificazione e alla messa in sicurezza del luogo di lavoro per le strutture ricettive, gli stabilimenti balneari e le SPA, tra le attività che maggiormente hanno subito i danni del blocco delle attività.

Tra le proposte fatte al Governo Conte, come ricorda l’assessore Matera, vi sono anche l’eliminazione dell’IRAP e dell’IMU, l’azzeramento o la sospensione dei versamenti previdenziali e delle scadenze fiscali, la riduzione di oneri nelle bollette elettriche oltre alla conferma della proroga delle concessioni balneari fino al 2033.

Importante anche la previsione di un ristoro per le perdite dovute all’annullamento di eventi, le misure per l’innovazione tecnologica, i contributi alle importanti attività promozionale.

Attenzione poi ai lavoratori stagionali con la copertura per tutta la durata dell’emergenza, un incremento del bonus con l’allargamento della platea dei beneficiari.

E’ stato inoltre richiesto il prolungamento della Cassa Integrazione e dell’indennità di disoccupazione, ma anche direttive immediate e protocolli per la riapertura. Si parla anche di “bonus vacanze” e della costituzione di un Fondo europeo dedicato al turismo e di uno per il ristoro ai Comuni per la mancata riscossione dell’imposta di soggiorno.

– Chiara Di Miele – 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*