Un combinato di farmaci, già approvato dall’Aifa – Agenzia italiana del farmaco, una cura innovativa contro il melanoma (un paziente su due è vivo grazie a questa combinazione), dal costo di 60mila euro l’anno, risulta attualmente disponibile soltanto per chi se lo può permettere.

Ma da oggi la Regione Campania, in raccordo con il Direttore generale dell’Istituto dei tumori di Napoli, Attilio Bianchi, ha deciso che quella cura, riconosciuta a livello mondiale, dovrà essere fornita gratuitamente a tutti i pazienti che ne hanno necessità.

Un provvedimento che diventa un vero e proprio salvavita per i malati con metastasi cerebrali. A loro è rivolta la nuova terapia costituita dalla combinazione di due principi attivi, l’Ipilimumab e il Nivolumab, un anno fa approvato dall’Agenzia italiana del farmaco, ma lasciata in fascia C, ovvero approvata ma non rimborsata dal Servizio Sanitario Nazionale. Ciò ha determinato una estrema difficoltà per i pazienti affetti da questa grave patologia.

Ogni anno in Italia circa 7000 persone muoiono a causa del melanoma e circa il 40% dei pazienti con malattia allo stadio avanzato ha le metastasi cerebrali.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*