Il periodo pandemico attuale ha portato ad un aumento dell’uso degli strumenti informatici per contrattazioni e acquisto di beni e servizi. Parimenti sono seguiti ovviamente i tentativi, purtroppo a volte riusciti, di malviventi per carpire dati personali e credenziali di pagamento allo scopo di perfezionare truffe online.

In tale contesto si sono dimostrati attivissimi i Carabinieri della Compagnia di Salerno, in particolare quelli della Stazione di Vietri sul Mare, che con attenta e prolungata attività investigativa sono riusciti ad individuare e denunciare ben tre autori di simili episodi.

Il modus operandi ricorrente consiste nell’invio di sms o email di cosiddetto “phishing“, costruiti ad arte per simulare una comunicazione ufficiale di un istituto di credito o di un fornitore di strumenti di pagamento elettronici relativi a problemi di autorizzazione: cliccandoci sopra viene richiesto l’inserimento delle proprie credenziali ed a quel punto il malvivente di turno è in grado di approfittare delle risorse finanziarie della vittima.

Nei tre casi oggetto di attenzione da parte dei Carabinieri sono stati effettuati acquisti online e bonifici per circa 2.000 euro ciascuno.

L’attività dei militari, a seguito di denuncia, è consistita nel difficoltoso rintraccio degli “ip” di partenza dei “phishing”, poi si è passati agli acquisti ed i bonifici effettuati, spesso a prestanome. Entrando a fondo negli accertamenti e grazie ad alcuni riscontri sul campo, la responsabilità è stata ricondotta al 50enne napoletano D.S., al 35enne napoletano C.G. ed al 50enne F.F. residente a Torino.

I Carabinieri raccomandano sempre la massima attenzione nelle proprie transazioni telematiche, nonché alle mail ed sms truffa, invitando a contattare le Forze dell’Ordine in caso di dubbio o a far riferimento ai propri Istituti di Credito.

 – Paola Federico –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*