False attestazioni per ottenere contributi regionali: indagati il sindaco di Pollica, Stefano Pisani, il primo cittadino di Casal Velino, Domenico Giordano, e l’ex sindaco di San Mauro Cilento, Giuseppe Cilento.

I fatti risalgono agli anni dal 2010 al 2012 quando Giordano (in qualità di presidente dell’“Unione dei Comuni Velini”), Cilento e Pisani (in qualità di componenti della giunta della stessa unione) avrebbero deliberato falsamente la gestione associata di alcuni servizi al fine di ottenere l’erogazione di contributi regionali a favore dell’associazionismo comunale.

Come riportato da Vincenzo Rubano de La Città di Salerno, le indagini, condotte dai carabinieri della stazione di Pollica agli ordini del maresciallo Lorenzo Brogna e dirette dalla Procura di Vallo della Lucania (ed in particolare dal procuratore capo Giancarlo Grippo e dal sostituto Valeria Palmieri), hanno permesso di portare alla luce numerosi servizi pubblici che, nonostante i contributi della Regione, non venivano svolti in forma associata: gestione del patrimonio immobiliare, polo catastale, trasporto scolastico, servizio di Polizia municipale e statistica.

pisani giordano cilentoGravissimi i capi di imputazione: falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici (articolo 479 del codice penale) in concorso e truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche (articolo 640 bis). Ai tre amministratori è stato notificato l’avviso della conclusione delle indagini contestualmente all’informazione di garanzia. 

– redazione –


 

Commenti chiusi