“Una iniziativa folcloristica che non serve a nulla per salvare il tribunale”. Con queste parole l’onorevole Simone Valiante ha bollato il viaggio a Roma fatto giovedì scorso da una delegazione guidata dal sindaco di Sala Consilina Gaetano Ferrari per incontrare la delegata nazionale della giustizia del PD l’onorevole Alessia Morani.

“Un viaggio che non è servito a nullaha dichiarato Valiante – come testimonia il fatto che alla fine il Ministro, nei decreti correttivi, ha apportato solo delle modifiche per ciò che riguarda la situazione delle sezioni distaccate dei tribunale delle isole che saranno ripristinate per altri tre anni e degli aggiustamenti territoriali che riguardano Rho e Cassano d’Adda”.

Simone Valiante fa poi riferimento all’audizione dai lui richiesta ed ottenuta nel mese di dicembre dello scorso anno presso il Ministero della Giustizia per far presenti le tante anomalie relative alla soppressione del tribunale di Sala Consilina ed al suo accorpamento con il tribunale di Lagonegro, più piccolo e ubicato in un comune di un’altra regione. “Forse a qualcuno da fastidio, per motivi che non conosco, il mio interessamento per le sorti del tribunale di Sala Consilina. La mia battaglia la sto conducendo lontana da proclami e annunci come qualcuno ha fatto in questi mesi e continua da parte mia in tutte le sedi e con tutti i mezzi a disposizione”. Il deputato del PD ha poi spiegato che ora che sono stati fatti i decreti correttivi l’unica cosa che si può fare per fare rendere conto a chi si occupa del monitoraggio degli effetti della riforma all’interno del Ministero cosa realmente accade a Lagonegro, è una ispezione ministeriale. “Nelle prossime settimane ci saranno delle ispezioni da parte del Ministero in alcuni tribunali – ha concluso Valiante – e mi sto attivando affinchè una di queste ispezioni possa essere fatta anche a Lagonegro”.

– Erminio Cioffi –


  •  Articolo correlato

25/01/2014 – Geografia giudiziaria: Varato correttivo. Al Sud salvi i tribunali di Ischia e Lipari ma non di Sala Consilina

Commenti chiusi