https://farm6.staticflickr.com/5564/13989318250_c0e0e517cf_b.jpgNei giorni scorsi sul “Sole 24 ore” è stato pubblicato un articolo su ciò che potrebbe accadere entro la fine di agosto in merito ai “ritocchi” alla riforma della geografia giudiziaria che, lo scorso anno, ha portato alla soppressione, tra gli altri, del tribunale di Sala Consilina accorpato a quello di Lagonegro in provincia di Potenza.

“La legge delega che il governo presenterà a fine agosto per “l’ulteriore razionalizzazione della geografia giudiziaria” – si legge sul principale quotidiano economico italiano – prevede, infatti, una revisione dei distretti di Corte d’appello ma anche un’ulteriore modifica dell’assetto dei Tribunali, in corso di attuazione dal 2012. In teoria, poiché saranno cancellati alcuni criteri restrittivi della delega del 2011, potrebbe aumentare il numero dei Tribunalini soppressi “ma si potranno anche valutare – si legge sul sito del Ministero della Giustizia – le istanze e le esigenze di equilibrato ed efficace presidio del territorio non adeguatamente considerate nell’ambito di esercizio della originaria legge di delega”.

Sembrerebbe quindi che ci sia l’intenzione di riaprire alcuni piccoli tribunali fermo restando invece che non sarà istituita invece alcuna sezione distaccata. “È importante – osserva il presidente dell’Anm Rodolfo Sabelli – aver escluso il ripristino delle sezioni distaccate ma mi auguro che eventuali ripensamenti sui Tribunali soppressi siano fatti con grande attenzione. Il ripensamento va fatto in base a ragioni oggettive e non al solo ascolto delle istanze localistiche”.

Il Governo dovrebbe allargare i confini della legge delega che ha portato alla soppressione di 30 tribunali e dovrebbe farlo, stando a quanto riportato dal Sole 24 Ore eliminando che ha imposto di mantenere almeno 3 Tribunali per ogni distretto di Corte di Appello.

Ci sarebbe quindi la possibilità concreta che possano essere riviste situazioni “non adeguatamente considerate”, sulla base di “criticità” emerse dal monitoraggio ministeriale. E in fatto di criticità il Tribunale di Lagonegro è stato al centro di decine di segnalazioni fatte pervenire agli organi competenti da parte di avvocati e di parlamentari.

– Erminio Cioffi –


Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*