tribunale sala consilinaLa Banca Monte Pruno ha aderito al Comitato territoriale Pro Referendum abrogativo sulla geografia giudiziaria, che nasce con il preciso scopo di promuovere e sostenere l’abrogazione della legge di riforma della geografia giudiziaria, la quale ha determinato la chiusura del Tribunale di Sala Consilina.

Occorre ricordare, infatti, che il prossimo 15 gennaio è fissata presso la Corte Costituzionale, in camera di consiglio, l’udienza sull’ammissibilità del proposto referendum abrogativo.

Nonostante sia stato costituito da pochi giorni, il Comitato ha già promosso numerose attività, le quali si inseriscono in un contesto di protesta più ampio che mira alla riapertura del presidio giudiziario di Sala Consilina.

La Banca Monte Pruno, pertanto, con l’adesione al Comitato intensifica le sue azioni a difesa del Tribunale di Sala Consilina, così come già evidenziato pochi giorni fa dal suo Direttore Generale, Michele Albanese, nell’intervista rilasciata all’emittente Kosmos TV.

Al Comitato Pro Referendum abrogativo possono aderire tutti i cittadini interessati, richiedendo direttamente informazioni al suo Presidente, Avv. Katia Nola, attraverso il seguente indirizzo di posta elettronica katia.nola@tiscali.it, oppure compilando il modulo di adesione che può essere trovato presso una delle filiali della Banca Monte Pruno che ne curerà l’inoltro allo stesso Comitato.

– ondanews –

 

Commenti chiusi