alfieri de caroIl sindaco di Agropoli Franco Alfieri scrive ad Umberto Del Basso De Caro, sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti, per sollecitare interventi del Governo e migliorare il sistema dei trasporti in tutto il territorio del Parco del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. L’obiettivo è quello di potenziare tramite investimenti che vadano ad incidere sul trasporto per terra, acqua, ferrovia e aria e integrare le reti locali con quelle nazionali.

Il sindaco Alfieri ha proposto il potenziamento della strada che collega Battipaglia ad Agropoli, la realizzazione di una stazione del Parco per l’alta velocità e la trasformazione del porto di Agropoli in scalo delle vie del mare. “Oggi – scrive Alfieri a Del Basso De Caro – parlare del territorio del parco vuol dire riferirsi all’area protetta più grande d’Italia e ad un luogo nel quale si concentrano i grandi attrattori dell’area archeologica di Paestum, di Elea – Velia e la Certosa di Padula. La disponibilità di tale patrimonio ha orientato le politiche di sviluppo di questi ultimi anni verso il settore turistico“.

Alfieri continua poi sottolineando la presenza di un “sistema di accessibilità e di trasporto inadeguato che penalizza fortemente le politiche di crescita avviate. Un passo in avanti è lo stanziamento di 40 milioni di euro, all’interno dello Sblocca Italia, per l’aeroporto di Salerno. Se non vogliamo disperdere la reale possibilità di risolvere il problema dell’accessibilità a sud di Salerno bisogna investire sull’intermodalità attraverso l’uso equilibrato della sinergia strada – ferrovia – acqua – aria e sull’integrazione tra reti locali e nazionali“.

Secondo il primo cittadino agropolese, inoltre, questa carenza nel settore dei trasporti e dei collegamenti “rappresenta una criticità mai risolta che mortifica e vanifica i tanti sacrifici fatti dalle istituzioni pubbliche e dagli investitori privati, arrecando pregiudizio al Cilento e a tutto il territorio provinciale e regionale“.

– redazione – 


 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*