La Vip Computer di Padula, azienda con esperienza ultratrentennale nel settore retail, informa chi utilizza i registratori di cassa telematici che a partire da gennaio sono obbligati a trasmettere il file dei corrispettivi giornalieri nel tracciato XML7, così come previsto dal provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate n. 228725 del 7 settembre 2021.

Per ogni trasmissione mancata o non tempestiva sono previste sanzioni a partire da 500 euro.

Si legge infatti nella nota dell’Agenzia delle Entrate pubblicata sul portale web nell’area “Fattura Elettronica e Corrispettivi Telematici” che “in relazione all’obbligo di memorizzazione e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi, le comunicazioni – trasmesse mediante registratori telematici – per operazioni effettuate dal 1° gennaio 2022 saranno accolte dal sistema dei corrispettivi solo se inviate con file conformi alla versione 7.0 (Allegato – Tipi di Dati per i Corrispettivi versione 7.0 – giugno 2020) e pertanto quelle trasmesse con file non conforme alla versione di cui sopra verranno scartate con conseguente violazione della trasmissione. Per coloro che non vi abbiano già provveduto, si ricorda la necessità di adeguare il software per la corretta trasmissione dei dati dei corrispettivi”.

I file corrispettivi generati con tracciato non aggiornato saranno scartati dall’Agenzia delle Entrate e questo può comportare una violazione della trasmissione ed una conseguente sanzione, così come previsto dal Decreto Legislativo 18/12/1997.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano