Uccide l’ex moglie a coltellate. La tragedia è avvenuta ieri sera, a Postiglione.

Secondo una prima ricostruzione, l’uomo, Cosimo Pagnani, 32enne, si sarebbe recato a casa delle donna per una discussione la quale, poi, è sfociata nella tragedia. Tra i due, infatti, sarebbe scoppiata una lite  e Cosimo avrebbe colpito diverse volte all’addome l’ex moglie, Maria D’Antonio, 34 anni.

A dare l’allarme sono stati il padre e il fratello della vittima, che abitano lì accanto e hanno sentito le grida. Quindi l’uomo si è barricato in casa ed è stato poi arrestato dai carabinieri.

Sul profilo Facebook del 32enne è stato pubblicato un post: “Sei morta troia”. Gli investigatori , però, nonostante siano certi che il profilo sul quale è apparsa la scritta sia quello di Cosimo Pagnani, stanno verificando se l’autore della scritta sia proprio l’assassino o un’altra cosimo pagnanipersona. Al momento, ritengono molto probabile che la scritta sia stata pubblicata prima del delitto, che è avvenuto intorno alle 19 nell’abitazione della donna a Postiglione.

Nella stessa abitazione, i Carabinieri della Compagnia di Eboli, al comando del capitano Alessandro Cisternino, hanno trovato il coltello usato per il delitto. Si tratta di un coltello di quelli usati per lavori agricoli. Sul posto, oltre ai carabinieri della Compagnia di Eboli, sono giunti anche quelli della Sezione investigativa scientifica del Comando provinciale di Salerno.

L’uomo è stato arrestato con l’accusa di omicidio volontario e si trova piantonato in ospedale per una ferita a un ginocchio riportata nella colluttazione con l’ex moglie.

Nel giugno scorso l’uomo era stato denunciato dalla ex moglie per averle sottratto la bambina portandosela con sé in Germania per alcuni giorni. Una storia di rabbia e di sofferenza che alla fine ha provocato una tragedia che ha scosso l’intera comunità di Postiglione.

– redazione –


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*