Si terranno oggi pomeriggio i funerali di Daniela Piscione, la 30enne di Centola morta ieri all’Università degli Studi di Salerno.

La giovane, studentessa della facoltà di Medicina e Chirurgia, è caduta da diversi metri di altezza, precisamente dal 4° piano del parcheggio multipiano.

L’ultimo saluto si terrà nella chiesa di San Nicola di Mira alle ore 15,30.




Dolore nella comunità di Centola per la prematura scomparsa della giovane.

Claudia Monaco –

 

 

 

 


  • Articolo correlato:

24/01/2020 – Tragedia a Fisciano. Ragazza di Centola precipita dal parcheggio multipiano e perde la vita

Un commento

  1. Giovanna Corona says:

    Mi sento vicino alla famiglia Piscione di Centola per la tragica perdita della loro figlia..non ci sono parole di conforto per i genitori. Perdere una figlia è un dolore che non si può descrivere, è una lama trafitta nell’anima che non smetterà mai e poi mai di sanguinare, una ferita aperta per tutto il tempo che rimane da vivere.Si cade in un abisso profondo e buio, ci si sente in colpa per tutta la vita..Credo che il male di vivere di molti ragazzi è perché sono troppo sensibili e molto fragili…la depressione è un male oscuro spesso incurabile..Questi tristi e dolorosi episodi che colpiscono noi mamme, sono tragedie dolorose che conducono anche noi alla depressione, negli abissi più profondi con il desiderio di farla finita per raggiungere la nostra bambina e per far tacere la sofferenza e il dolore lancinante che non ci abbandona mai..Quando si perde un figlio, si rimane indicappati… Io ho perso la mia unica figlia…sono in un precipizio profondo e buio…non riesco più a vivere…non esistono cure per curare questo mio dolore lacinante che mi accompagna…Per capire cosa si prova a perdere un figlio bisogna provarlo…è facile per molte persone dare consigli..Nei miei pensieri abbraccio questa famiglia e tutti i genitori che gli viene strappato un pezzo di cuore.❤ La perdita di un figlio è la peggiore e disumana tragegia che può capitare ad un genitore, specialmente una mamma, che per nove mesi porta alla luce il proprio figlio..

Rispondi a Giovanna Corona Cancel

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*