E’ stato consegnato anche al Presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, Tommaso Pellegrino, il “Premio Legalità” da parte dell’Associazione Nazionale Carabinieri nel corso di una cerimonia svoltasi nel CineTeatro “La Provvidenza” a Vallo della Lucania.

Alla prima edizione del prestigioso Premio erano presenti il Procuratore Capo di Vallo della Lucania Paolo Itri, il Presidente del Tribunale di Vallo della Lucania Gaetano De Luca, il Sottosegretario di Stato al Ministero della Difesa Gioacchino Alfano, il giornalista Vincenzo Rubano, l’avvocato Tommaso Battaglini, presidente di SOS Impresa Salerno-Associazione Antiracket e Antiusura, e il Comandante Alfa, tra i fondatori del Gruppo Intervento Speciale dei Carabinieri. Pellegrino ha ricevuto il Premio Legalità dalle mani del Capitano Mennato Malgieri, Comandante della Compagnia Carabinieri di Vallo della Lucania, alla presenza del Comandante Provinciale dei Carabinieri, il Colonnello Antonino Neosi, del Questore di Salerno Pasquale Errico, del Vescovo della Diocesi di Vallo della Lucania, S.E. Mons. Ciro Miniero, e di numerosi sindaci del territorio e militari dell’Arma.

Quando si tratta di premi collegati al tema della legalità sono sempre particolarmente emozionato – dichiara Pellegrino – e mi rendono orgoglioso come amministratore perchè, soprattutto di questi tempi in cui si parla di politica in termini negativi, questi riconoscimenti dimostrano invece che il principio della legalità è sinonimo di politica. Per chi occupa un ruolo pubblico questo premio ha un valore inestimabile“.

Il Presidente dell’Ente Parco non è nuovo a questo genere di riconoscimenti. Soltanto un anno fa, infatti, nell’Aula del Palazzo dei Gruppi Parlamentari della Camera dei Deputati i delegati del Parlamento della Legalità Internazionale avevano consegnato a Pellegrino un encomio “per il suo impegno a favore di una cultura di pace e di legalità nel nostro Paese”.

– Chiara Di Miele –

 

Un commento

  1. Tonino B. says:

    Un premio così è veramente un grande onore per chi lo riceve.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*