“Non sono stati segnalati, al momento, danni causati dalle scosse di terremoto che si sono registrate nelle ultime ore nel Cilento”

Dopo le scosse di magnitudo 3.7 ieri alle 20.35, a 6.3 chilometri di profondita’, con epicentro nell’area di Capaccio, Albanella, Trentinara, Giungano, Roccadaspide e alle 23.44, seguite da tre meno avvertite con magnitudo 2.2. e 2.6, la Protezione civile della Regione Campania conferma che al termine delle ricognizioni sul territorio colpito non ci sono criticità legate al sisma.

“Attraverso la Sala operativa, siamo rimasti in contatto tutta la notte con i sindaci e le forze dell’ordine che – dice l’assessore Edoardo Cosenza – non hanno evidenziato particolari problemi. Molti cittadini hanno preferito dormire in auto e sono stati assistiti dai volontari della protezione civile regionale. Prosegue il monitoraggio del territorio“.

Notte di paura per centinaia di abitanti del Cilento. Lo sciame sismico ha indotto molte famiglie ad abbandonare le abitazioni. Tensione a Roccadaspide, in prossimità dell’epicentro, in particolare nella frazione Fonte dove una ventina di famiglie ha deciso di dormire in auto nonostante il freddo e la pioggia. Anche nella frazione di Verna la gente è accorsa in strada. Il sindaco di Roccadaspide ha disposto un’operazione di verifica di staticità di edifici antichi e abitazioni non riscontrando per ora danni. C’e’ però un movimento franoso in località Tuoro Cavallo. Intanto, per la giornata di oggi, è stata disposta la chiusura delle scuole nei comuni di Albanella e Roccadaspide.

Roccadaspide e Capaccio, come gran parte dell’entroterra cilentano, sono state interessate anche dall’esondazione dei fiumi Alento e Sele.

– redazione –


 

Articolo correlato

 

Commenti chiusi