Si è tenuto ieri presso la chiesa di San Benedetto a Teggiano l’incontro pubblico a sostegno della libertà del popolo venezuelano dal titolo “Il Vallo di Diano per il Venezuela – Valdiano para Venezuela” organizzato dal Comune di Teggiano e il Centro Studi “Palazzo Marone” di Monte San Giacomo.

L’incontro, moderato dal vicesindaco di Monte San Giacomo Angela D’Alto, ha registrato un grande successo di pubblico ed è stato aperto dai saluti del sindaco di Teggiano Michele Di Candia, del Presidente del Centro Studi “Palazzo Marone” Michele Albanese e del Presidente dell’associazione Montepruno Giovani Giuseppe Nese.

Nel corso del convegno si sono registrati anche gli interventi di Carmine Pinto, docente presso l’Università degli Studi di Salerno, e Omero Ciai, giornalista de “la Repubblica”.

“Noi cittadini del Vallo di Diano dobbiamo molto al Venezuela – ha affermato Albanese – e non dobbiamo solo porci domande su come risolvere la questione ma anche darci delle risposte. Forse tutti noi potremmo fare di più e insieme costruire un’idea concreta a tal proposito”.

“Il vero crimine contro i diritti umani – ha dichiarato Ciai – consiste nel fatto che il regime venezuelano si rifiuta di dichiarare la crisi umanitaria e ciò impedisce qualsiasi iniziativa di intervento da parte delle organizzazioni internazionali”.

Nel corso dell’evento, organizzato in collaborazione con i Forum dei Giovani del Vallo di Diano, alcuni italo-venezuelani originari del comprensorio hanno portato la propria testimonianza, anche attraverso la lettura di poesie e racconti personali.

– Maria De Paola –

  

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*