babino marino trezzaDopo la costituzione all’interno della maggioranza consiliare del gruppo autonomo “Insieme per Teggiano” da parte dei consiglieri Lisa Babino, Sonia Marino e Mario Trezza e la conseguente reazione del sindaco Rocco Cimino, concretizzatasi con la revoca della nomina di assessore e di tutte le deleghe attribuite ai tre, il nuovo gruppo parla alla cittadinanza tramite un manifesto pubblico.

Con una missiva privata del 7 agosto 2015, consegnata nelle mani del Sindaco Cimino, – scrivono Babino, Marino e Trezza – abbiamo chiesto un rilancio dell’azione amministrativa, avendo percepito tra la gente un diffuso malessere”. I tre consiglieri spiegano nella lettera al primo cittadino che “non è condivisibile che un argomento così importante come l’aumento delle imposte non sia stato preventivamente spiegato ai cittadini sia pur sollecitato, così come non è accettabile che su un altro argomento importante come l’esternalizzazione della mensa scolastica non si sia tenuto conto dei pareri degli assessori delegati all’istruzione e alla sanità“. I tre, nel chiedere al sindaco il rilancio amministrativo, si erano resi disponibili anche ad un’eventuale remissione delle proprie deleghe, qualora ciò fosse stato necessario per raggiungere gli obiettivi prefissati e hanno comunicato a Cimino la costituzione del nuovo gruppo in seno al Consiglio e che proprio quest’ultima scelta sarebbe stata comunicata nel corso del successivo consesso.

http://www.ondanews.it/foto/manifesto_insieme_per_%20teggiano_onda.jpgIn questi mesi – si legge nel manifesto – i sottoscritti hanno lavorato in silenzio e, in alcuni casi, pur non condividendo delle scelte operate, hanno sempre, per spirito di gruppo e con responsabilità, accettato le soluzioni indicate dal Sindaco. E’ giusto, quindi, chiedersi: l’aver partecipato al Sindaco la costituzione di un gruppo consiliare finalizzato al solo rilancio dell’azione amministrativa può giustificare la revoca delle deleghe? Perché raccontare alla gente che nessuno era a conoscenza della costituzione del nuovo gruppo consiliare, quando invece tutti i consiglieri di maggioranza ben sapevano, da circa un mese, della costituzione del nuovo gruppo consiliare?“.

I consiglieri Marino, Babino e Trezza giungono poi ad esprimersi in merito alla revoca delle deleghe ritenendo “incomprensibile l’adozione, da parte del Sindaco, di un atto così ostile, violento e lesivo della dignità degli scriventi che, con il proprio sostegno, anche elettorale (primi tre eletti nella lista di maggioranza) hanno dato un contributo determinante affinchè il Sindaco Cimino potesse assumere la carica di primo cittadino“.

In conclusione un monito al Sindaco e un dubbio che si insinua nei tre “esclusi”. “Sig. Sindaco – scrivono – da tempo in paese corre voce che tuoi ambasciatori, nei mesi di giugno e luglio, hanno preso contatti con la minoranza per un rimpasto di governo. Se dovesse essere vero, è senza alcun dubbio un comportamento particolarmente grave che autorizza oggi la minoranza a parlare di ‘tarantelle’. Se non dovesse essere vero, cosa di cui gli scriventi sono convinti, è doveroso Sindaco, nel rispetto di chi ha votato la lista ‘Rinnoviamo Diano’, smentire tale voce“.

Ribadiamo l’auspicio di un cambiamento nel merito e nel metodo dell’azione di governo – concludono – da intendersi non come sfiducia, ma come stimolo per migliorare. Gli scriventi, sia pur mortificati da quanto accaduto, nel rispetto del mandato ricevuto, continueranno ad impegnarsi per la realizzazione del programma elettorale, purchè si comprenda con chiarezza che il Gruppo Consiliare ‘Insieme per Teggiano’ è nato con intento costruttivo, collaborativo e di stimolo all’azione amministrativa“.

– redazione – 


  •  Articoli correlati

10/09/2015 – Teggiano: tsunami al Comune. Il Sindaco revoca le deleghe assessoriali a Babino, Marino e Trezza

9/9/2015 – Teggiano: gli assessori Babino e Marino ed il consigliere Trezza costituiscono gruppo autonomo


 

Un commento

  1. Ancora parlate di serieta’ verso i cittadini, adesso accusate il sindaco che vuole allearsi con la minoranza , e talmente assurdo questo forse e il vostro obiettivo, vi vantate di essere i più votati, non dite grazie a quali personaggi vi siete appoggiati ,.provate ad andare ai voti e vedrete delle sorprese, la minoranza nel suo manifesto e stata onesta, invece di formare gruppi inutili pensate a contribuire x il bene del paese i cittadini sono stanchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*