Cresce l’attesa a Teggiano per i festeggiamenti, in programma dal 31 maggio al 4 giugno prossimi, in onore di San Cono, santo patrono del paese e dell’intera Diocesi. Nell’ambito delle manifestazioni per il terzo centenario della statua del santo, che ricorre quest’anno, è stato presentato il libro “Mille anni di storia di San Cono”, di Arturo Didier. Un testo “snello e leggibile tutto d’un fiato” come sottolineato dal Vescovo di Teggiano-Policastro, Antonio De Luca. Presenti all’incontro, moderato dal dirigente scolastico Rocco Colombo, l’editore, Gisella Macchiaroli, il parroco della Cattedrale di Teggiano, Don Giuseppe Puppo e Cono Di Sarli, rappresentante del ComitatoFeste.

“San Cono ha ispirato diverse opere letterarie – ha sottolineato Didier – Ed a esse ho fatto riferimento per realizzare questo volume. Il nostro santo è legato ad ogni momento importante di Teggiano, ne è un tutt’uno. Basti pensare all’assedio di Diano del 1497, allorché si narra che San Cono ha difeso il paese o al terremoto del 1857, che seminò distruzione tra Campania e Basilicata, risparmiando Teggiano”.

“Il libro rappresenta la storia di una sensibilità – ha dichiarato Mons. De Luca – La popolazione si è rivolta a San Cono in tutti i momenti tragici e dolorosi che ha vissuto nei secoli”.

Il libro “Mille anni di storia di San Cono” è in vendita al costo di 5 euro, mentre con 10 euro è possibile acquistare un cofanetto contenente delle suggestive cartoline ed i dolcetti del Santo.

– Cono D’Elia –


  Guarda le interviste


 

Commenti chiusi