carabinieri aprile 2017 3 evidenzaI Carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, diretti dal Tenente Davide Acquaviva, a Teggiano hanno arrestato un 18enne extracomunitario richiedente asilo politico, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Il giovane, di origini maliane, si trovava agli arresti domiciliari in un centro di accoglienza di Teggiano dopo il tentato omicidio di un senegalese verificatosi a Sanza nel mese di gennaio scorso.

Il provvedimento di aggravamento cautelare scaturisce dalle indagini condotte dai Carabinieri della Stazione di Teggiano che hanno accertato la responsabilità del 18enne maliano in ordine a diversi episodi di minacce e percosse di cui si era reso responsabile ai danni di altri ospiti del centro dove era stato ospitato per scontare gli arresti domiciliari.










Il giovane è stato condotto nel carcere di Potenza come disposto dall’Autorità Giudiziaria di Lagonegro.

– Chiara Di Miele –


  • Leggi anche:

23/1/2017 – Lite tra migranti a Sanza. Giovane del Mali ferisce coetaneo al collo con una bottiglia. Arrestato

Un commento

  1. annamaria says:

    a questo delinquente patentato, perchè non date direttamente il rimpatrio obbligatorio? alla faccia dell’accoglienza che gli diamo. questi criminali, non devono mai più fare ritorno in Italia e in Europa! tutto per evitare attacchi terroristici, cosa che deve “pagare” la UE, per colpa di clandestini criminali. un calcio nel sedere e riportatelo nel Mali!!!!!! fate un referendum sull’argomento “criminalità clandestini” e vedrete che l’Europa, non esiterà a riportare i clandestini criminali, nel loro paese. provare per credere e vedere!!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*