11 Agosto 2022

6 thoughts on “Teggiano: La minoranza, dopo il TAR, ricorre al Consiglio di Stato. Il sindaco: “paese a rischio stallo”

  1. Il popolo si è espresso in modo chiaro e netto e va rispettato,volere vincere a tutti costi non rispettando e calpestando la volontà della gente è veramente squallido.Io non vorrei essere amministrato da gente simile,perchè se ci tengono tanto alla poltrona vorrà dire che ci sono degli interessi non sempre nobili.

  2. Spiegami dove sarebbe la vergogna nel mio commento… E non giudicare altri senza conoscerli che ritengo di avere le capacità per capire un qualcosina di politica e la scuola l’ho finita da un po’

  3. vergognoso leggere tali commenti scritti da mani sicuramente ingenue ed inesperte; ragazzi pensate alla scuola ed al lavoro, affrontate temi adatti alla vostra età, non occupatevi di fatti politici, avrete tempo per farlo e per capire certi meccanismi quali corruzione, collusione, scambio di favori, leggi elettorali, diritti dei cittadini, norme elettorali, norme burocratiche, appalti pubblici e cosi’ via.

  4. Un po’ di vergogna no, eh? Ma quand’anche il Consiglio di Stato dovesse dare ragione ai ricorrenti, ma lo vogliono capire che Teggiano li ha bocciati. BOCCIATI. A CASA. NON TORNERANNO MAI PIU’

  5. Non riconoscere un risultato elettorale netto e appellarsi a dei cavilli legali, peraltro già ampiamente confutati dalla sentenza del tar, può voler dire soltanto che i signori della minoranza hanno degli interessi personali enormi da soddisfare continuando a ricoprire incarichi amministrativi, non fregandosene assolutamente nulla di Teggiano e dei teggianesi

Comments are closed.