Dal prossimo anno scolastico 2020/2021, all’Istituto Superiore “Pomponio Leto” di Teggiano  non si andrà più a scuola il sabato, in quanto la settimana scolastica si articolerà su cinque giorni, dal lunedi al venerdi.

La decisione, dopo essere passata al vaglio degli organismi collegiali e di tutti gli stakeholder, è stata sottoposta ieri mattina anche ai  responsabili delle autolinee che hanno preso atto della volontà della scuola, impegnandosi a modificare gli attuali orari e renderli funzionali alle nuove esigenze.

Constatata la volontà degli organismi collegiali, nonché della stragrande maggioranza dei portatori d’interesse – ha riferito il Presidente del Consiglio di Istituto, Annamaria Savino il mio dovere di presidente del consiglio di istituto è stato quello di prendere atto di  questo cambiamento che la   scuola  intende sperimentare. Il mio augurio ed il mio in bocca al lupo  va agli studenti, alla dirigente ed al suo meraviglioso ed energico staff, nonché al personale Ata che ha hanno condiviso questa interessante ed innovativa decisione adottata  per la prima volta da una scuola del Vallo di Diano”.

Dal prossimo anno scolastico 2020/2021, quindi,  la settimana scolastica al “Pomponio Leto” di Teggiano, si articolerà in cinque giorni, dal lunedi al venerdi.

Mi preme sottolineare – riferisce la Preside dell’istituto superiore di Teggiano, Maria D’Alessio  che tale decisione è stata presa seguendo l’iter previsto dalla normativa nel rispetto  delle competenze degli organi collegiali. La delibera del Consiglio d’Istituto è giunta, infatti, a conclusione di un lungo periodo di riflessione che ha visto il coinvolgimento di tutte le componenti interessate, docenti, genitori, studenti, personale ATA, le compagnie di trasporto,tutti in gran parte favorevoli alla sperimentazione.”.

“Sono tante, a nostro avviso, le motivazioni didattiche e organizzative a favore del passaggio ai 5 giorni – continua la Preside D’Alessio – tra cui una serena partecipazione alla vita familiare e sociale. Le studentesse e gli studenti infatti,  avrebbero due giorni consecutivi per gestire tranquillamente i propri rapporti familiari e sociali, lo studio, lo sport e le attività extrascolastiche. Inoltre, la ‘settimana corta’ potrebbe favorire il possibile miglioramento delle condizioni di studio e di frequenza anche per gli studenti con disturbi specifici dell’apprendimento, o con altre difficoltà nei confronti dello studio e della concentrazione in quanto la possibilità di una pausa settimanale di due giorni dalla frequenza scolastica può rappresentare, infatti, una corretta risposta al loro bisogno di tempi maggiori di recupero. La ricerca del miglioramento del servizio – conclude La Dirigente D’Alessio – è da sempre  la vocazione del nostro Istituto”. 

La nuova organizzazione sarà presentata domenica prossima, 19 gennaio, all’Open Day, che si svolgerà dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 15,30 alle ore 19,00.

– redazione – 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*