“Finire nel tunnel della droga è più semplice di quanto si possa immaginare ed uscirne molto difficile”. E’ stato questo il messaggio lanciato ai ragazzi che frequentano l’Istituto di Istruzione Superiore “Pomponio Leto” di Teggiano dove ha fatto tappa il “Progetto di educazione alla legalità, Sicurezza e giustizia sociale” portato avanti dall’Osservatorio per la Cultura alla Legalità ed alla sicurezza con il sostegno della Banca Monte Pruno. Questa mattina Nello, un ex tossicodipendente uscito dal tunnel della droga grazie alla comunità di San Patrignano ha raccontato ai ragazzi, incalzato dalle domande di Domenico Santoro coordinatore di “San Patrinagno a sud”, la sua esperienza ed il modo in cui è riuscito a passare dal “buio” alla “luce”.

“Il progetto è nato 13 anni fa – ha spiegato il coordinatore Sante Massimo La Monaca – ed ha toccato fino ad oggi 70 comuni della provincia di Salerno e circa 200 scuole. Il nostro scopo è quello di sensibilizzare i ragazzi ed intervenire in maniera interattiva e pratica su tutto ciò che ruota intorno all’illegalità”. L’incontro è stato fortemente voluto dal dirigente scolastico Rocco Colombo ed è stato reso possibile grazie al supporto della Banca Monte Pruno. “E’ stato emozionante partecipare a questo evento – ha dichiarato Cono Federico a nome dell’Istituto di credito – perchè vedere la testimonianza di un ragazzo che si è drogato e spiegare perchè lo ha fatto è davvero toccante. Ed è utilissimo ciò per i ragazzi che frequentano le scuole superiori per evitare che possano intraprendere un percorso che ti può condannare per tutta la vita”.

– Erminio Cioffi –


Commenti chiusi