Il jazz non ha dogmi, è un modo di fare musica in libertà” così Gino Paoli ha esordito ieri alla serata conclusiva di Teggiano Jazz. Una performance musicale che ha ammaliato il pubblico unendo la riconosciuta capacità del cantautore italiano all’originalità del pianista e maestro Danilo Rea. Un duetto che li vede insieme da circa due anni intorno al comune progetto musicale “Due come noi che.”

In scena un repertorio ricco di brani, in parte tratti dalla tradizione musicale napoletana come “O sole mio” e “Reginella”  ben mescolati ai più noti di Gino Paoli come “Sapore di sale”, “Una lunga storia d’amore”. Il tutto sapientemente rivisitato in una continua improvvisazione come ci ha ricordato il maestro Danilo Rea. Una galleria di poesie musicali ispirate a scorci di vita quotidiana perché come ha ricordato il cantautore “la poesia è un modo di vivere e arriva quando vuole lei.

Con “Ti lascio una canzone” il duetto ha salutato il pubblico presente che ha ricambiato i due grandi artisti nostrani con una tripla standing ovation.

Presente anche la Banca Monte Pruno, partner ufficiale dell’iniziativa, con Cono Federico che dal palco ha ricordato la volontà dell’Istituto di credito di continuare a sostenere iniziativa culturali del calibro di Teggiano Jazz.

– Tania Tamburro –


 

gino paoli e danilo rea 2 ondanews gino paoli e danilo rea 3 ondanews


Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano