A diversi giorni dal nostro articolo relativo all’affissione del finto manifesto funebre sulle bacheche di Teggiano, si è scoperta l’identità dell’uomo ritratto sullo stesso. Si tratta di un 30enne, di professione avvocato, residente a Napoli che, vedendo la sua foto pubblicata su un quotidiano ed abbinata ad un annuncio mortuario, in uno stato di sbigottimento misto ad irritazione, ha contattato l’agenzia di onoranze funebri “Carrano” per saperne di più. Una volta esposti i fatti, il malcapitato ha specificato di non chiamarsi Michele Lamanna, di non avere amici o parenti a Teggiano e nel Vallo di Diano e di non essere nemmeno a conoscenza dell’esistenza del centro medievale valdianese.

Resta un mistero, quindi, cosa abbia potuto spingere gli autori dell’annuncio funebre a scegliere proprio la sua foto e ad abbinarla al nome Michele Lamanna. Come restano nell’ombra le motivazioni che hanno portato ignoti a realizzare il manifesto stesso. L’uomo ha sporto denuncia contro ignoti.

 – Cono D’Elia –


  •  Articolo correlato

21/06/2014 – Teggiano: Macabro scherzo. Affisso manifesto funebre di un 38enne. Ignoti gli autori


 

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano