Il comitato studentesco sezionale di Teggiano organizza per domani, 12 dicembre, una manifestazione nel centro storico della cittadina medioevale sul tema “No art.18 – No art. 38 Sblocca Italia e conseguenti trivellazioni nel Vallo di Diano“.

Il programma prevede il raduno degli studenti a partire dalle ore 8.30 in piazza Portello. Successivamente ci sarà la composizione del corteo in partenza da piazza Portello, attraverso piazza San Cono e con arrivo in piazza IV Novembre, dove si sosterà per manifestare e discutere sui punti salienti della manifestazione fino alle ore 11.30.

Saranno presenti le rappresentanze degli istituti scolastici del Vallo di Diano e tutte le classi quinte, il Comitato NO PETROLIO, il Comitato  NO TRIV GIOVANILE, il Forum dei Giovani di Caggiano.

Sono inoltre invitate a partecipare le autorità pubbliche ed ecclesiastiche, tra cui il sindaco di Teggiano Rocco Cimino e il Vescovo della Diocesi Teggiano-Policastro Mons. Antonio De Luca.

– redazione – 


 

2 Commenti

  1. Sei convinto di aver ragione? Beato tu

  2. Mario Senatore says:

    Io, “giovane” con molte primavere sulle spalle, sono con i giovani veri e dico loro, nella qualità di padroni del futuro, di NON lasciarsi “usare” dagli adulti opportunisti ed egoisti e di NON permettere che venga scippato (o semplicemente depauperato) il patrimonio più grande che è stato delle generazioni precedenti e che dovrà essere dei figli: L’AMBIENTE.

    Che conservino intatta la nostra nobile terra del Vallo di Diano e chi, nel futuro (prossimo), vorrà riassaporare il piacere di vivere una vacanza (od anche solo un giorno) in un’oasi felice, dovrà lasciare una parte di quanto ha “guadagnato” in zone cementificate, industrializzate, insozzate, TRIVELLATE, inquinate.

    A ben riflettere questo non significa guardare indietro ma puntare
    avanti (checché dicano i sapientoni, esperti della parola).

    W CHI LOTTA PER CIO’ IN CUI CREDE!

    Mario Senatore

    Mario Senatore

Scrivi un commento. Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamatori e razzisti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*