“La comunità di Teggiano ha bisogno di tante risposte e siamo intenzionati a darle fino a quando il Consiglio ce ne darà la possibilità”.

Così il sindaco di Teggiano Rocco Cimino commenta le recenti vicende che hanno visto la fuoriuscita dalla maggioranza consiliare degli ex assessori Lisa Babino e Sonia Marino e del consigliere Mario Trezza, facenti parte del gruppo “Insieme per Teggiano”. A tale atto hanno fatto seguito la nota critica di Trezza ed il manifesto della minoranza.

Alla luce degli ultimi avvenimenti, le prossime settimane potrebbero essere decisive per le sorti dell’amministrazione comunale.

“La cosa che mi interessa è amministrare – dichiara il sindaco – ed è quello che abbiamo fatto per un anno e mezzo. Tanti risultati ci sono stati e tanti ce ne potranno essere. Abbiamo voglia di fare”.

In merito alla comunicazione di Trezza che, tra le altre cose, ha auspicato l’avvento di un sindaco del popolo, Cimino risponde: “Sono stato eletto dalla gente, non dal Palazzo. Mi sento una persona del popolo. I demagogismi e le strumentalizzazioni della politica fanno male”.

E sul manifesto della minoranza sottolinea: “Credo sia logica conseguenza di tutto ciò che è successo. L’aratro, da loro citato, lo abbiamo utilizzato per risanare la situazione economica ereditata. Per quanto riguarda le accuse relative a delibere a favore di amici o parenti, il Comune è stato un Palazzo di cristallo. Dimostrino con dati alla mano quello che dicono”

– Cono D’Elia –


Leggi anche:

7/01/2015 –  Teggiano: la minoranza: “Una Befana mai vista. Cenere e carbone per l’amministrazione Cimino”

05/01/2015 – Mario Trezza, capogruppo di “Insieme per Teggiano”:“E’ il momento di pensare ad un sindaco del popolo”

04/01/2016 – Teggiano, crisi nella maggioranza: il gruppo “Insieme per Teggiano” dichiara ufficialmente la fuoriuscita


 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*