consiglio comunale teggianoConsiglio comunale con importanti punti all’ordine del giorno, quello tenutosi questa mattina a Teggiano. Al centro dell’attenzione il Regolamento sulla IUC (Imposta unica comunale su casa e rifiuti) e la definizione della aliquote IMU e TASI (tassa sui servizi indivisibili). Il gettito di quest’ultima serve a compensare il mancato ricavo derivante dall’introduzione dell’esenzione da IMU per l’abitazione principale.

Per quel che riguarda Teggiano, l’aliquota della TASI è stata fissata al 2 per mille per le abitazioni principali, con una detrazione secca di 100 euro. Per le seconde case, invece, l’aliquota è dello 0.50 per mille.

Prima della trattazione dei punti all’ordine del giorno, il capogruppo della minoranza consiliare, Pietro Di Candia ha espresso le proprie perplessità in merito alle aliquote stabilite e chiesto che fine avessero fatto i soldi relativi alle indennità non percepite dalla maggioranza.

“I circa 20mila euro da noi non incassati – ha replicato il sindaco, Rocco Ciminosaranno destinati ad alleggerire ai cittadini il peso della TARI (tassa sui rifiuti). Per quanto riguarda la TASI, invece, abbiamo applicato un’aliquota bassa per le seconde case, poiché uno dei nostri obiettivi principali è quello di rendere appetibile il centro storico”

“Qualche dubbio in merito al regolamento sulla IUC è stato espresso anche dall’ex primo cittadino, Michele Di Candia.

“I risultati si vedranno con il primo bilancio di previsione” – ha sottolineato l’assessore Crescenzio De Paola – Vogliamo cambiare le cose e vogliamo che tutte le pratiche presentate al Comune debbano essere informatizzate in modo da creare un sistema unico, per garantire la necessaria trasparenza e per combattere l’evasione”.

I punti trattati hanno fatto registrare il voto contrario della minoranza.

– Cono D’Elia –


 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*