Una mostra dedicata alla memoria storica di San Cono è stata inaugurata ieri al Castello Macchiaroli di Teggiano. Un puzzle di documenti che si rifanno ai momenti salienti della devozione della cittadina dianese, in mostra nella stanza Macchiaroli. Esposti manifesti e documenti risalenti al Medioevo, icone del santo di varie epoche storiche, libri e una fotografia di San Cono vestito da benedettino, presentata al pubblico come pezzo unico. Il taglio del nastro è stato affidato al neo sindaco Rocco Cimino e alla proprietaria della roccaforte medievale, Gisella Macchiaroli, sotto la benedizione del parroco Don Giuseppe Puppo.

La mostra rimarrà aperta al pubblico fino al 4 giugno ed è stata allestita in occasione dei trecento anni della statua del Santo Patrono, sotto la sapiente regia di Cono di Sarli e del professore Arturo Didier, che ha aperto la mostra ricordando il valore storico e artistico di Teggiano e di San Cono, giunto a noi grazie all’archivio della famiglia Carrano.

– Tania Tamburro –


 

Commenti chiusi