Anche un prete vittima dei raggiri da “Libro Cuore”. Dopo la vicenda capitata ad un professionista di San Pietro al Tanagro al quale un giovane, spacciatosi per il figlio del sindaco di Teggiano Rocco Cimino, era riuscito a sfilargli dal portafogli ben 200 euro, nel tranello è caduto un sacerdote di Teggiano al quale l’imbroglione di turno lo ha derubato di 2000 euro.

“Ci sono cascato come un pollo – ci dice il sacerdote – Ero appena uscito dall’Episcopio quando si avvicina un giovane di circa 30 anni, ben vestito, garbato e gentile. Si presenta come il nipote del defunto don Vito D’Alto, raccontandomi tante cose di lui ed io l’ho ascoltato. Poi, alle mie domande, mi ha detto che viveva in America e che era ritornato in Italia, a Teggiano, per coronare il suo sogno d’amore con una ragazza americana”.

Una parola tira l’altra e alla fine il giovane gli ha chiesto un prestito. Colpito dal racconto del giovane, il prete gli promette il suo aiuto. “Gli ho detto che sarei andato a casa a prelevare quello che avevo – continua il parroco – ma lui, con il suo fare gentile, mi ha invitato a salire sulla sua macchina di gran lusso e ha voluto accompagnarmi anche perché ci teneva a salutare mia sorella che lui mi diceva di ricordarsela ancora. Mi sono convinto e così, pollo che sono stato, ho aperto la porta di casa, è entrato con me nella stanza da letto, ho preso la borsa dove contenevo tutti i miei risparmi ammontanti a 2000 euro e glieli ho dati”.

Prima di andare via, il giovane lascia in pegno una borsa, che avrebbe ritirato fra qualche giorno, al momento della restituzione del prestito. E’ bastata una successiva telefonata al fratello di don Vito D’Alto per scoprire l’inganno, ma il giovane, ormai, aveva preso il volo.

“Anche se a distanza di tempo voglio denunciare quanto mi è successo – conclude il sacerdote – con la speranza che, se si sparge la voce, altre persone non cadano nel tranello in cui sono cascato io”.

– redazione –


  •  Articolo correlato

20/11/2014 – Atena Lucana: Si spaccia per il figlio del sindaco di Teggiano e, dopo averlo raggirato, gli sfila 200 euro dal portafogli


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*